Emiliano Sala, si lavora per recuperare il corpo del calciatore italiano dai resti dell’aero finito in mare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:40

Forse individuato, in fondo al Canale della Manica, il corpo che potrebbe appartenere ad Emiliano Sala

Emiliano Sala, ritrovato l’aereo del calciatore- era sul fondo del canale della Manica-min
Emiliano Sala, ritrovato l’aereo del calciatore- era sul fondo del canale della Manica-min

Dramma infinito per la famiglia di Emiliano Sala. Il calciatore italo-argentino, in forze al Cardiff, è morto in seguito al grave incidente aereo che ha interessato il volo sul quale viaggiava per raggiungere la Gran Bretagna dalla Francia lo scorso 22 Gennaio 2019 (qui il dettaglio sulla vicenda). Prima giorni di angoscia infinita per i suoi cari, che hanno vissuto senza avere risposte certe, poi il ritrovamento dei resti dell’areo: i rottami  sono stati individuati nel Canale de La Manica. Tra le lamiere è stato infine individuato un corpo, che potrebbe essere quello del calciatore 28enne. In queste ore si sta lavorando per poterlo recuperare.

Ritrovato il corpo di Emiliano Sala? Le dichiarazioni della Polizia investigativa sul ritrovamento del corpo

Il volo che avrebbe dovuto portare Emiliano Sala da Nantes a Cardiff, per permettergli di assumere ufficialmente il suo nuovo incarico sportivo, si è inabissato nella Manica ad una profondità di 67 metri. Qui, tra i resti dell’aereo, è stato individuato un corpo. La Polizia della Sezione Investigativa ha confermato che in queste ore si sta lavorando per recuperarlo ma non ha fatto cenno all’identità del cadavere. È molto probabile, quindi, che si tratti di Emiliano Sala ma ancora non c’è la conferma ufficiale. E non ci sarà fino a quando la polizia non sarà in grado di dare notizie certe in merito alla vicenda.

Ritrovato il corpo di Emiliano Sala? Ancora in dubbio il recupero del velivolo

Questo è quanto ha dichiarato un funzionario dell’AAIB sul lavoro che si sta conducendo per recuperare dalla Manica il corpo di Emiliano Sala e (forse) anche del velivolo sul quale il calciatore viaggiava insieme al pilota: “Stiamo tentando di recuperare il corpo. Se avremo successo, considereremo la possibilità di recuperare il relitto dell’aereo. Forti condizioni di marea significano che possiamo usare il veicolo a distanza (ROV) solo per periodi limitati ogni giorno e questo significa che il progresso è lento. Indipendentemente dai risultati, non faremo un’ulteriore dichiarazione fino a quando le famiglie non saranno state informate“. Gli specialisti che si stanno occupando del recupero stanno utilizzando un drone sottomarino per studiare meglio la situazione.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram