Papa Francesco, dal Pontefice l’ammissione sugli abusi commessi dai prelati sulle suore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:46

Jorge Mario Bergoglio, nel corso del suo ultimo viaggio, ha ammesso gli abusi commessi dai membri del clero sulle suore

Papa Francesco durante il suo ultimo viaggio in Medioriente (EPA)

Papa Francesco, per la prima volta, ha ammesso che il clero ha commesso gravi abusi sessuali nei confronti delle suore, talvolta anche costringendole alla schiavitù sessuale. Le parole di Jorge Mario Bergoglio- che potrebbero segnare un primo passo, importante, per una presa di coscienza volta alla condanna di questi episodi di violenza anche dal punto di vista legale- sono arrivate nel corso dell’ultimo viaggio che il Pontefice ha compiuto in Medioriente. Il Papa ha parlato ai giornalisti e ha ammesso che la Chiesa ha un problema.

Papa Francesco ammette gli abusi sulle suore, lo scorso Novembre la denuncia delle religiose

Papa Francesco ha ammesso che certuni prelati hanno compiuto abusi sessuali nei confronti di alcune suore: una parte di queste religiose è stata anche costretta a subire una schiavitù di tipo sessuale. Le ammissioni di colpa di Francesco sono arrivate nel corso dell’ultimo viaggio compiuto dal pontefice, in Medioriente. Viaggio che già è stato definito come storico. Parlando con i rappresentanti della carta stampata Francesco ha chiaramente detto che la Chiesa ha un problema e che questo problema affonda le sue radici nel fatto, che in seno all’istituzione religiosa, si sia continuato a guardare alle donne come a persone di “seconda classe”. Le dichiarazioni di Bergoglio arrivano dopo le denunce dell’Organizzazione Globale delle Suore della Chiesa Cattolica che lo scorso novembre avevano rivelato la “cultura del silenzio e della segretezza” che aveva imposto loro di non parlare.

Papa Francesco ammette gli abusi sulle suore, il Papa: “Intervenuto, prima di me, Benedetto XVI”

Papa Francesco ha raccontato di come gli abusi sessuali, già in atto prima della sua ascesa al soglio pontificio, siano difficili da sradicare nell’ambito del clero. Già il suo predecessore Benedetto XVI ebbe il coraggio di sciogliere un’intera congregazione femminile che era stata colpita da questa piaga degli abusi sessuali: “Papa Benedetto ha avuto il coraggio di sciogliere una congregazione femminile che era ad un certo livello, perché questa schiavitù, fino al punto di divenire schiavitù sessuale, da parte dei chierici o del fondatore vi era entrata“. La congregazione in questione, sciolta nel 2015, è la Comunità francese di Saint Jean. Lo ha rivelato Alessandro Gisotti, membro dell’Ufficio Stampa vaticano. Tantissimi, però, sono i casi di abusi accertati tra Italia, Africa e Sudamerica. Ancora prima, nel 2013, alcuni preti della Comunità di San Giovanni avrebbero violato il voto di castità con donne religiose ed il vescovo Franco Mulakkal è stato accusato di aver violentato per ben tredici volte una monaca tra il 2014 e il 2016. In alcuni casi le suore sono anche state costrette ad interrompere delle gravidanze.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram