Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Salvini e Bonafede indagati per essere andati a prendere Battisti: “Non hanno tutelato la dignità dell’arrestato”

CONDIVIDI
Salvini il giorno dell’arrivo in Italia di Cesare Battisti.

Salvini indagato per ‘l’accoglienza a Battisti’

Salvini di nuovo nell’occhio del ciclone di un’attentissima magistratura. Che ha deciso di indagare il ministro dell’Interno assieme anche ad Alfonso Bonafede, ministro della giustizia. Il motivo? “Non hanno tutelato la dignità della persona arrestata” nel caso dell’arresto di Cesare Battisti.

Insomma, la Procura di Roma aveva aperto un’inchiesta perché Salvini e Bonafede si erano recati a Ciampino per ‘accogliere’ il terrorista latitante da decine di anni, Cesare Battisti, al ritorno in Italia, non rispettando la privacy e dignità di Battisti.

La Procura comunque ha anche chiesto l’archiviazione ‘per mancanza di dolo’ nel comportamento delle parti quando ha trasmesso gli atti al tribunale dei ministri.

Chi ha denunciato Salvini e Bonafede?

Ma da chi è partito l’esposto? La Camera Penale della Capitale, dopo la pubblicazione del video di Salvini all’aeroporto, aveva deciso di fare un esposto contro il ministro dell’Interno per supposta violazione del “divieto di trattamenti disumani e degradanti” di cui all’art. 3 CEDU. 

Inoltre, secondo la Camera Penale, era stata violata la disposizione di cui all’art. 114 c.p.p., che vieta “la pubblicazione dell’immagine di persona privata della libertà personale ripresa mentre la stessa si trova sottoposta all’uso di manette ai polsi ovvero ad altro mezzo di coercizione fisica”. Si tratta di una declinazione del principio di presunzione di non colpevolezza che tutela l’immagine del soggetto arrestata.    

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram