Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Bimba scossa ed uccisa a soli nove mesi perché piangeva, il baby sitter condannato a 18 anni

CONDIVIDI
La piccola Yara

Bimba scossa e uccisa, condannato baby sitter  

L’ha scossa con violenza fino a che la bambina è morta: Eughenii Tripadus, 27enne di origini moldave, il 1 settembre 2016 uccise così la figlia neonata di una cugina. 

Quel giorno Eughenii Tripadus avrebbe dovuto occuparsi della piccola, che gli era stata affidata mentre i genitori erano al lavoro, a San Martino di Lupari, Padova. 

La scosse perché la bambina piangeva

Secondo quanto ricostruito dai giudici della Corte d’Assise, il ragazzo sarebbe diventato nervoso a causa del pianto della bambina. La piccola, 9 mesi, piangeva disperatamente e Eughenii Tripadus l’ha scossa causando la Shaken baby syndrome, cioè sindrome del bimbo scosso, che ha provocato delle lesioni mortali.

La bimba venne ricoverata d’urgenza il 1 settembre del 2016; inizialmente i medici pensavano che la piccola avesse auto un rigurgito. Nonostante i tentativi di salvare la piccola Yara, questo il suo nome, la bambina è morta il 30 settembre del 2016. I medici capirono che la morte era dovuta al politrauma subito per lo scuotimento

Condannato per omicidio preterintenzionale 

Per Eughenii Tripadus il pm Roberto Piccione ha chiesto 25 anni per omicidio volontario. Secondo la Corte, invece, l’uomo avrebbe scosso la bambina causando l’evento morte ma senza prefigurarsi di ucciderla: per questo è stato condannato per omicidio preterintenzionale. In questo modo ha ottenuto una pena più lieve, di 18 anni di carcere

Eughenii Tripadus, che all’inizio del processo si è trasferito in Moldavia, è stato anche condannato a pagare un milione e 600mila euro alla famiglia della bambina.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram