Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Sanremo, Salvini se la prende con Achille Lauro. “Parla di droga? Mi fa schifo”

CONDIVIDI

Matteo Salvini, si sa, è il politico nazionalpopolare per eccellenza.

Il ministro dell’Interno cerca sempre di far passare il messaggio “Sono uno di voi, uno del popolo“, intervenendo spesso e volentieri su questioni come il calcio o i programmi televisivi.

Poteva mai mancare Sanremo? Ovviamente no, dato che il responsabile del Viminale ha già pubblicato una foto sulla sua (seguitissima) pagina Facebook, dove si mostra come spettatore del celebre Festival. In questi giorni sono state molte le testate e i tg che hanno intervistato Matteo Salvini, ponendo domande anche su Sanremo.

Il vicepremier del governo Conte e leader della Lega ha parlato di cosa gli è piaciuto e anche di ciò che non ha affatto digerito. Ad esempio, Salvini non ha apprezzato il testo della canzone “Rolls Royce” proposta dal ‘trapper’ Achille Lauro.

Achille Lauro? Per Salvini è “terribile”

Un brano molto discusso, dato che per qualcuno le parole contenute nel testo darebbero esplicito riferimento al consumo di droga, specialmente ecstasy.

“E’ terribile, mi fa schifo solo l’idea – ha detto Salvini – Mi sembra che stia ammiccando, non è la macchina. Anche perché cita qualche personaggio che in passato ha abusato e non è finito bene”.

Salvini ha poi precisato di non voler assolutamente polemizzare con il conduttore e direttore artistico del Festival, Claudio Baglioni: “Quando c’erano i walkman, le musicassette io avevo il meglio di Baglioni, era l’epoca dei primi flirt”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram