Elezioni in Abruzzo, trionfo del centro-destra: sostenitori del M5S al vetriolo contro gli abruzzesi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:43

Il Movimento 5 Stelle ha perso nettamente le elezioni regionali in Abruzzo: i simpatizzanti del partito si scagliano contro gli abruzzesi

Sonorissimo tonfo del Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali in Abruzzo. I pentastellati sono stati nettamente sconfitti dalla coalizione del centro-destra. Ecco tutte le percentuali: Marco Marsilio è il nuovo Presidente della Regione con il 48,03% dei consensi. Il candidato presentato da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Udc e Azione politica ha sconfitto il candidato della coalizione del PD Giovanni Legnini (31,28%), la candidata M5S Sara Marcozzi il 20,20% ed il candidato di CasaPound Stefano Flajani (0,47%). Praticamente più del doppio delle preferenze per il centro-destra rispetto al Movimento di Beppe Grillo ed i simpatizzanti del Movimento non l’hanno presa proprio benissimo. Anzi. Sul web, in queste ore, si stanno diffondendo messaggi di odio contro gli abruzzesi: soprattutto, i più presi di mira sono i terremotati.

Messaggi di odio agli abruzzesi dopo le elezioni regionali: “I terremotati possono rimanere nelle tende”

Durissimo e gravissimo attacco nei confronti dei cittadini abruzzesi dopo le elezioni regionali che hanno visto il trionfo del centro-destra e la caduta del M5S e l’attacco arriva da altri cittadini, simpatizzanti del M5S, che in queste ore si stanno sfogando sui social. Commenti sotto i post, meme, fotomontaggi che ritraggono le tende dei terremotati o una cartina geografica dell’Abruzzo accompagnati da una frase “illuminante”: questo il clima di odio che sta dilagando e che sta prendendo di mira- secondo i fautori- una popolazione non più degna di essere aiutata dagli esponenti del M5S che sono al Governo. “Si facciano dare i soldi da quelli che hanno votato”. “L’Aquila, Amatrice e Rigopiano NON vi hanno insegnato NIENTE. Auguri!”. “Abruzzo complimenti. Da oggi non mi preoccuperò più delle condizioni di merda in cui state perché ci state bene”. Secondo i simpatizzanti del Movimento, dunque, da ora in poi gli Abruzzesi dovranno andare a bussare alla porta di Berlusconi e Salvini per farsi sostenere nel caso di calamità naturali.

Messaggi di odio agli abruzzesi dopo le elezioni regionali: “Rinunciate al Reddito di Cittadinanza”

Ricapitolando: Abruzzesi popolo ingrato perché sono tornati a rivotare esponenti politici notoriamente invischiati in grossi scandali giudiziari, senza dare la loro preferenza al Movimento 5 Stelle che ha solo fatto bene al popolo. Anche se, andando a vedere bene la sostanza delle cose, le condizioni dei terremotati sono le medesime di quando al Governo non c’erano i grillini. Secondo i leoni da tastiera, anzi, gli abruzzesi dovrebbero pagare il loro voltafaccia dimostrando coerenza e non richiedendo né di aderire al Reddito di Cittadinanza né a Quota 100 (che però sono misure che senza l’appoggio del centro-destra al Governo non si sarebbero mai potute approvare).

Maria Mento