Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Proteste degli allevatori per il prezzo del latte, quarto giorno di dissensi in Sardegna: il punto della situazione

CONDIVIDI

Proteste per il quarto giorno consecutivo in Sardegna: gli allevatori lamentano gli scarsi profitti dalla vendita del latte

Quarto giorno di proteste in Sardegna per gli allevatori che lamentano di ricavare troppo poco dalla vendita del latte da loro prodotto agli industriali. Gli allevatori hanno espresso il loro dissenso versando il latte in terra e hanno intenzione di continuare bloccando i punti nevralgici delle vie di comunicazione dell’isola. Un primo blocco, organizzato da diversi allevatori che hanno deciso di fare gruppo, si attuerà presso la rotatoria della “Strada dei 2 mari”, all’incrocio della Strada Statale 291 e la Strada Provinciale 42. Siamo nella zona nord-occidentale della Sardegna, ma le proteste stanno prendendo piede anche in altre città e probabilmente continueranno se non si darà risposta all’ultimatum lanciato ieri nei confronti delle istituzioni: o si troverà una soluzione, un compromesso che metta d’accordo tutti, o verranno bloccate le elezioni regionali del 24 Febbraio 2019.

Proteste degli allevatori per il prezzo del latte in Sardegna, l’insoddisfazione esplode in tutta la regione

Gli allevatori sardi guadagnano troppo poco dalla vendita del loro latte di pecora agli industriali. Questa situazione, connessa anche a quella relativa alla produzione del pecorino romano, ha fatto esplodere il malcontento quattro giorni fa. Oltre al blocco stradale già citato, le proteste stanno prendendo vita a Marrubio (Oristano), a Capoterra (Cagliari), a Ballao, a Suelli, a Villacidro. A Capoterra 40 allevatori presidiano la Strada Statale 195 e aspettano di versare il latte. A Villacidro il latte è già stato versato da 200 allevatori, riunitisi  In Piazza Lavatoio. Venti allevatori hanno fatto lo stesso a Tratalias (Strada Provinciale 77). Stesso controllo stradale si stanno verificando a Suelli e Ballao, dove gli automobilisti stanno subendo disagi causati dai rallentamenti. Tra le altre vie di comunicazioni interessate dalla protesta ci sono anche la Strada Statale 129 (zona Balotana), la Strada Provinciale 729, la Strada Statale 131 (km 42).

Proteste degli allevatori per il prezzo del latte in Sardegna, il Codacons presenta un esposto

Come risolvere la questione, dunque? Secondo il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio un aiuto di stato potrebbe essere una risposta da valutare, anche se è necessario risolvere il problema e non tamponare la situazione temporaneamente: “Un aiuto di stato? Questa è una delle ipotesi sul tavolo e la valuteremo insieme al presidente Conte. Ma non cambierà il problema. Il problema è infatti l’aiuto di stato, perché ogni volta che c’è l’Unione Europa ci mette gli occhi addosso. E potremmo avere il problema delle infrazioni. Un po’ come successe con le quote latte. Ma è una delle ipotesi”, ha detto il Ministro ai microfoni di Rai Radio 1. Ma la protesta degli allevatori sardi è legittima? La presa di posizione del Codacons pone dei dubbi sulle proteste che stanno infuocando la Sardegna. Proprio oggi, 11 Febbraio 2019, il Codacons depositerà un esposto con il quale si chiede di “accertare se esistano i presupposti per contestare agli industriali del latte il reato di aggiotaggio“. Sempre oggi Giuseppe Conte, Gian Marco Centinaio  e Barbara Lezzi (Ministro per il Sud) saranno in Sardegna.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram