Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente

WorldCats 2019, a Genova l’expo dei gatti più belli del mondo

CONDIVIDI

Benvenuti al WorldCats 2019, Genova “miagola” con i gatti più belli del mondo

WorldCats 2019
WorldCats 2019, l’expo felina internazionale a Genova (foto di Erika Angilella)

Due giorni di expo, tra razze di gatti rare, artigianato e solidarietà; a Genova si chiude il weekend della WorldCats 2019.

WorldCats 2019, quando i gatti diventano spettacolo

WorldCats 2019, i gatti protagonisti
Fausto, uno dei protagonisti del WorldCats 2019 (foto di Erika Angilella)

C’è “Kaos”, pelliccia grigia che sembra velluto e due occhi tondi da Gatto degli Stivali di ‘Shrek’. E “Fausto”, pelo color albicocca che sfuma sul rosso, l’incedere regale e cadenzato di chi prende la vita con filosofia. “Camomilla”, due occhioni celesti in mezzo a un mantello candido e soffice che sfuma nel cioccolato, è “dolce” fin dal nome. E non poteva non essere bello “Brandon Lee”, sguardo da figo, pelliccia spettacolare, l’atteggiamento distaccato della star che sa di esserlo.

Sono solo alcuni dei 700 protagonisti del WorldCats 2019, l’internazionale felina che si è tenuta Sabato 9 e Domenica 10 Febbraio a Genova. La manifestazione più amata dagli appassionati di gatti anche quest’anno non ha deluso le aspettative. Tantissime le razze rare e particolari; dal piccolo Sphinx, che assomiglia a ET, ai maestosi Norvegesi delle Foreste. Con ospiti illustri provenienti da paesi lontani; Bengal e perfino Egyptian Mau, il gatto discendente dei compagni dei Faraoni dell’Antico Egitto. Altro che “baubau miciomicio”, insomma. Perché pure i gatti possono essere blasonati. Come insegna ‘Cats’, il musical di Andrew Lloyd-Webber.

Fusa, toelettatura e solidarietà all’esposizione felina internazionale di Genova

WorldCats 2019
Domenico, portavoce dei gatti disabili al WorldCats 2019 (foto di Erika Angilella)

E ancora i Ragdolls dalle pellicce che sembrano di peluche, i Sacri di Birmania, i Siamesi e i Thai. Tante sfaccettature diverse di un universo miagolante e “fusone”. Tra toelettature elaborate e grooming, la preparazione prima della sfilata non ha nulla da invidiare alle sessioni di makeup delle dive di Hollywood. Con i toelettatori e i proprietari che volteggiano fra i tavoli come altrettanti coiffeur di alta moda, tra nastri, profumi e (per i più freddolosi) cappottini griffati.

Ma alla WorldCats 2019 non è mancata la solidarietà, con stand dedicati ai gatti disabili e campagne di sensibilizzazione. La star dell’evento, vero polo di attrazione di coccole e fotografie, è Domenico, proveniente dall’Albania e paralizzato alle zampe posteriori. Una mascotte per tutti quei gatti che spesso vengono scartati dai potenziali adottanti, portavoce di un messaggio importante. Perché anche un gatto disabile può vivere felice, allegro e giocherellone.

All’expo hanno inoltre trovato spazio argomenti quali nutrizione, cura del mantello e perfino l’artigianato tipico. Quadri, monili, oggettistica e naturalmente accessori “a misura di gatto”; per la felicità dei quattrozampe… e dei loro proprietari.

Cristina Pezzica (foto di Erika Angilella)