Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

MH370, aereo scomparso nel Pacifico: desta sospetto una lunga chiamata di un mese prima

CONDIVIDI

lunga chiamata sospettaMH370, aereo scomparso nel Pacifico: parla l’ingegnere sospettato di dirottamento che ha avuto una chiamata sospetta con il pilota prima dell’accaduto.

La scomparsa del MH370, il boeing 777 della Malaysia Airlines disperso nel pacifico l’8 marzo del 2014, è uno dei misteri più grandi degli ultimi anni. Il volo è scomparso improvvisamente dai radar con 227 passeggeri a bordo, solo poche ore dopo sono cominciate le ricerche. Per giorni si è pensato che l’aereo si fosse inabissato nell’Oceano Pacifico, ma grazie alle analisi dei satelliti si è scoperto che probabilmente si è inabissato nell’Oceano Indiano. Le ricerche del volo di linea non hanno portato ad alcun risultato (eccetto il ritrovamento di un flap il 29 luglio del 2015) e sono state sospese.

Aereo scomparso nel Pacifico: la chiamata sospetta con l’ingegnere

A distanza di quasi 5 anni dalla scomparsa del boeing, l’ingegnere Zulhaimi Bin Wahidin – cugino del pilota – è tornato a parlare di quella telefonata sospetta per cui la polizia lo ha interrogato più volte nel corso delle indagini. Pare, infatti, che un mese prima della scomparsa dell’aereo i due avessero avuto una lunga conversazione e gli investigatori erano convinti che in quel periodo di tempo Zulhaimi avesse spiegato al pilota come dirottare il volo.

Intervistato dal ‘The Australian’ l’uomo ha fornito la propria versione dei fatti spiegando quello che è successo: “Sono stato tenuto in centrale per 3 giorni, interrogato dalla mattina alla sera”- dice l’ingegnere che poi aggiunge: “Ho detto loro che Zaharie (il pilota ndr) era abbastanza intelligente da recuperare le informazioni senza di me”. Spiegato che in quei 45 minuti di chiamata non c’era nessun tentativo di organizzare un attentato, l’uomo denuncia la campagna diffamatoria ai danni del cugino: “Stanno cercando di dargli la colpa per quanto successo, non posso digerirlo perché so che tipo di persona era”.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram