Al Bano contesta la vittoria di Mahmood a Sanremo: “Il rap sta uccidendo la melodia”

Al Bano e Mahmood
Al Bano e Mahmood

Al Bano contesta la vittoria di Mahmood al 69simo “Festival di Sanremo”, dichiarando: “Il rap sta uccidendo la melodia”.

Al Bano fa parte di quel poco nutrito gruppo di persone alle quali la vittoria di Mahmood, al 69simo “Festival di Sanremo”, con il brano “Soldi”, non è andata giù. Il cantante di Cellino San Marco, a “Un giorno da pecora”, ha contestato la vittoria del giovane cantante, reo, a suo dire, di essere uno dei fautori dell’affossamento della melodia italiana, attraverso il rap:

“”Soldi” è simpatica per carità. Secondo me però, con tutto il rispetto di tutti coloro che fanno rap stanno uccidendo la melodia italiana. O è l’Italia che sta andando verso il rap, oppure si è americanizzata concedendosi degli schemi verbali in italiano”.

Al Bano sul televoto al “Festival di Sanremo”: “E’ giusto che siano gli italiani a votare”

L’interprete di “Nel sole” che, come vi abbiamo raccontato qui, si è candidato a conduttore della prossima edizione della kermesse canora, ha detto la sua in merito alla polemica che, in questi giorni, ha tenuto banco, riguardo al peso della Giuria D’Onore ed il televoto nella proclamazione del vincitore del Festival:

“A me la Giuria d’Onore una volta mi ha fatto perdere un primo posto e un’altra volta mi ha escluso da Sanremo. Il televoto? Il Festival appartiene agli Italiani ed è giusto che siano loro a votare”.

Se fosse lui a condurre Sanremo, come superospiti, chiamerebbe: Adriano Celentano, Gianni Morandi, Massimo Ranieri, Fabio Rovazzi e J-Ax e su Romina Power e Loredana Lecciso, come ipotetiche vallette, scherza: “Sarebbe come unire il fuoco con l’acqua”. Come il Diavolo e l’Acquasanta”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie.it anche su Google News, Segui NewNotizie.it anche su Instagram