ESCLUSIVA Federica Bertoni: “Voglio un programma in prima serata, racconto l’umanità dei grandi personaggi dello sport”

Federica Bertoni

Abbiamo intervistato la bellissima conduttrice Federica Bertoni

Oggi abbiamo una conduttrice televisiva che si è fatta conoscere in tutti questi anni conducendo diversi programmi sportivi e non.

Stiamo parlando di Federica Bertoni, che in ESCLUSIVA ha ripercorso con noi alcune tappe della sua carriera e le passioni che la caratterizzano.

Ciao Federica, sappiamo che sei una grande tifosa dell’Udinese: quali sono le origini di questa fede calcistica e come giudichi la stagione dei bianconeri svolta in questa stagione?

Ciao a tutti! Sono una grande tifosa dell’Udinese perché sono estremamente legata e orgogliosa della mia terra che è appunto il Friuli. Quando ero bambina con mio zio andavamo allo stadio e ci guardavamo l’Udinese di Zico. Da sempre sono una grande sportiva e la mia fede calcistica è sempre stata quella. La situazione di quest’anno non si può non definire abbastanza preoccupante, mi auguro che la forza del club e della famiglia Pozzo possa risollevare le sorti di questa squadra. Bisogna tornare a sfruttare quella carta scouting che è stata per anni uno dei punti di forza di questo club. Intanto cerchiamo di raggiungere la salvezza questa stagione, per poi programmare bene la prossima.

In una precedente intervista hai confessato il desiderio di andare a cena con due grandi allenatori e personaggi come Zdenek Zeman e Serse Cosmi: hai avuto modo di veder esaudito questo tuo desiderio? Ora siamo noi a chiederti invece con quale calciatore faresti un aperitivo (Cristiano Ronaldo non conta)?

Zeman non ho avuto possibilità né di sentirlo né di vederlo, mentre per quanto riguarda Serse Cosmi quando io ho fatto l’intervista lui non era ancora stato ospite nel mio programma. Successivamente è venuto a ‘Solo Chi c’ha Fede’ (nella seconda edizione) ed è una persona molto piacevole. L’ho trovato una persona estremamente umana e con dei grandi valori morali. Lo rivedrei volentieri! Io più che un calciatore vorrei fare un aperitivo con la compagna o moglie di qualche giocatore, credo molto nel ‘Woman Power’ e nel sostegno che danno ai propri uomini. Se ti devo fare un nome però preferirei i galantuomini del calcio come Riccardo Ferri, Nicola Amoruso (loro due sono stati anche ospiti nel mio programma), Ciro Ferrara e Massimo Paganin.

Conduci su Sportitalia il programma ‘Solo Chi c’ha Fede’: raccontaci qualcosa di più a questo proposito…

E’ un programma che ho scritto in collaborazione con degli amici preziosi e che parla del lato umano dello sport, ospitando personaggi non solo calciatori ma di tutti gli sport del panorama italiano, visto che abbiamo delle eccellenze incredibili. Una cosa importante di questo programma è che le persone vengono e si raccontano con grande spontaneità e sono i protagonisti per tutta la puntata, ma lo sono ancora di più le loro emozioni e ciò che raccontano ai telespettatori. Abbiamo anche una band dal vivo che interpreta i brani che hanno caratterizzato momenti salienti della loro carriera. Da noi vige la libertà di essere se stessi e di raccontare tutto ciò che uno vuole confessare e condividere.

Intervista alla conduttrice televisiva Federica Bertoni

Sappiamo che pratichi yoga da diverso tempo: come ti sei approcciata a questa disciplina e quanto effettivamente ti ha cambiata?

Mi sono approcciata allo yoga a 30 anni e da sempre ho una grande passione per lo sport: sono personal trainer di primo e secondo livello, insegnante di fitbox e di tante attività. Con lo yoga mi ha coinvolto una collega molto agitata e frenetica e mi chiedevo come facesse a praticare yoga col suo stato d’animo, anche perché non mi interessavano le cose troppo ‘lente’ o meditative. Ho cominciato così con il power yoga e mi si è aperto un mondo e da 13 anni lo pratico costantemente, prendendo il patentino come insegnante di questa disciplina. Mi ha dato una consapevolezza ed equilibrio incredibile come donna e non solo, diventando anche un rifugio nei momenti frenetici della mia vita. Lo yoga ti apre al mondo, ti mette in linea ed è un riflesso di ciò che avviene anche nella nostra mente e lo consiglio a tutti.

Qual è l’obiettivo professionale e personale che ti manca ancora da raggiungere?

Ci diamo da fare con tante produzioni televisive e mi auguro che tutti i progetti di cui faccio parte continuino su quest’onda e anzi possano crescere sempre di più. Quello che mi è maggiormente importato del lavoro che faccio è avere l’attenzione delle persone per poter comunicare con loro, parlare di umanità, di etica e di valori. Nel mio futuro ci saranno altre splendide edizioni di ‘Solo Chi c’ha Fede’ con dei campioni eccezionali. Quello che mi manca ancora e vorrei raggiungere è poter avere un programma in prima serata tutto mio, ma a questo ci arriveremo… Chiunque fa il mio mestiere da 20 anni ti dirà che prima o poi Sanremo arriverà…

Simone Ciloni

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram