Emma Marrone, sul palco, dopo il commento del consigliere della Lega: “Non odierò come voi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:22
Emma Marrone
Emma Marrone

Emma Marrone, da Ancona, commenta la frase pronunciata ai suoi danni dal consigliere della Lega.

Attraverso questo post, vi avevamo parlato del commento, assolutamente sessista e misogino, scritto sui social da Massimiliano Galli, consigliere leghista, in seguito all’esternazione di Emma Marrone, in aperto contrasto con il governo gialloverde (l’interprete di “Calore”, durante un concerto, ha lanciato il messaggio “Aprite i porti”).

Dal palco di Ancona, dove si trovava per un live, Emma ha commentato la polemica che l’ha letteralmente travolta in queste ore, facendo un discorso molto commovente e sentito:

“È un momento storico in cui stiamo annegando nell’odio. È il momento in cui un professore mette all’angolo un bambino di colore e lo prende in giro davanti ai suoi compagni. Io non sono madre, ma mi piacerebbe che mio figlio nascesse in un’Italia bella, sana, pulita, coraggiosa, rispettosa dei diritti di tutti e del diritto di pensiero e di parola. Non sono arrabbiata, l’unica cosa che mi dispiace profondamente è che mia madre e mio padre hanno letto messaggi veramente brutti, violenti e cattivi. Mi dispiace per loro, nessun genitore vorrebbe vedere sua figlia trattata così, per aver detto, peraltro, una cosa tranquilla. Volevo dire ai miei genitori che sto bene, ho le spalle larghe perché mi hanno cresciuta così. Volevo dire a tutte le persone che in questi giorni mi hanno offesa, infangata con parole forti e violente, che fanno paura, voglio dire loro che non fa niente, che non diventerò mai come loro. Il mio palco sarà sempre fonte di luce, di amore e di rispetto per tutti, anche se questo significa prendersi la merd* in faccia”.

La solidarietà da parte del mondo politico

Immediati sono stati i messaggi di solidarietà inviati all’artista salentina, da parte del mondo politico. In primis, il Vice Premier e Ministro dell’interno Matteo Salvini, che ha scritto:

“Galli ha detto un’idiozia, spero di riuscire ad andare a vedere un concerto di Emma Marrone”

La Ministra della Salute, Giulia Grillo:

“Cara @real_brown, sono rimasta spiacevolmente colpita dall’orribile insulto sessista che le è stato rivolto. Sono contenta che siano stati presi subito provvedimenti contro chi si è espresso in modo indegno nei suoi confronti. Le esprimo tutta la mia vicinanza perché ‘certà mentalità e certo linguaggio becero sono assolutamente inaccettabili”.

Il Ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana:

“Chiunque ha il diritto di dire quello che pensa e chi ribatte alle opinioni altrui con gli insulti ha sempre torto. Io naturalmente non sono d’accordo con Emma, ma ciò non toglie che lei abbia pienamente diritto di dire ciò che pensa senza per questo essere apostrofata in modo volgare”.

Laura Pernazza, sindaca di Amelia:

“Il primo marzo sarò a Roma al concerto di Emma Marrone al Palalottomatica e, se lo staff me lo permetterà, le consegnerò l’invito ufficiale a venirci a trovare ad Amelia. Le porterò anche un pensiero a nome della città, per farle capire che Amelia non corrisponde all’immagine uscita in questi giorni, ma che è tutta un’altra cosa”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie.it anche su Google News, Segui NewNotizie su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!