Uccide la madre e la mangia insieme al suo cane: il cadavere della donna ridotto in mille pezzi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:50

Caso di cannibalismo in Spagna: un 26enne si è denunciato per aver ucciso la madre e per averla mangiata

Alberto Sancehz Gomez, accusato di omicidio e di cannibalismo (©El Pais)

Presunto atto di cannibalismo smascherato dalle Forze dell’Ordine spagnole dopo l’autodenuncia del colpevole. Alberto Sanchez Gomez, un ragazzo di 26 anni, avrebbe ucciso la madre e poi avrebbe tagliato il cadavere in mille pezzi per mangiarlo insieme al suo cane. Su indicazione dell’omicida-cannibale la Polizia ha ritrovato i resti della donna uccisa all’interno di alcuni contenitori conservati in una casa non troppo distante dalla casa di proprietà della sua famiglia. Il ragazzo ne aveva conservato le carni per mangiarle a poco a poco. La Polizia lo ha arrestato giovedì scorso.

Caso di cannibalismo in Spagna, oggi la prima udienza contro Alberto Sanchez Gomez

Secondo quanto riportato da Daily Star Online, oggi a Madrid è il giorno della prima udienza contro Alberto Sanzhez Gomez. Il ragazzo, un cameriere al momento disoccupato di 26 anni, è diventato famoso nel corso di questa settimana per essersi reso fautore di uno sconvolgente atto di cannibalismo. Il ragazzo si è autodenunciato alla Polizia per aver ucciso la madre e per averla fatta a pezzi. Successivamente, pare che ne abbia mangiato alcune parti del corpo permettendo anche al suo cane di partecipare a quel macabro banchetto. Gli agenti che stavano così indagando sulla scomparsa di Maria Soledad Gomes, pensionata di 66 anni, ne hanno rinvenuti i resti in un appartamento sito vicino all’arena di Las Ventas. La donna era scomparsa da circa un mese. Il suo corpo è stato smembrato in mille piccoli pezzettini.

Caso di cannibalismo in Spagna, i precedenti a carico di Alberto Sanchez Gomes

Alberto Sanchez Gomez era già noto alle Forze dell’Ordine per alcuni precedenti di violenza domestica nei confronti proprio della madre uccisa. Il ragazzo, che era già stato in carcere, è dipendente da alcol e droghe e pare passasse le sue giornate in strada, nei pressi dell’appartamento della madre, in compagnia dei senzatetto con i quali condivideva l’alcol. Questa condotta di vita è stata corroborata dalle dichiarazioni rilasciate da un vicino di casa ai microfoni di El Pais: “Molte notti rimaneva seduto su una panchina in una piazzetta vicino all’appartamento fino alle due del mattino. Sembrava fuori di testa come se fosse drogato. Non si sarebbe neanche accorto che tu fossi passato. Rubava oggetti di valore da sua madre e spendeva denaro in droghe”. Pare che Alberto Sanchez Gomez possa essere sottoposto a valutazione psichiatrica, ma per il momento il ragazzo rimarrà in carcere.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram