Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Salvini visita in carcere imprenditore condannato per tentato omicidio: sparò al rapinatore 

CONDIVIDI

Salvini visita in carcere imprenditore condannato per tentato omicidio- sparò al rapinatoreSalvini visita imprenditore carcerato, ANM insorge 

Matteo Salvini visita in carcere un imprenditore condannato per tentato omicidio per aver sparato ad un rapinatore. La visita del ministro degli interni all’imprenditore solleva un vespaio di polemiche, a partire dall’ANM, Associazione Nazionale Magistrati, che accusa Salvini di ‘delegittimare’ il loro lavoro. 

Tutto inizia quando Matteo Salvini decide di recarsi nel carcere di Piacenza, per esprimere vicinanza e solidarietà ad Angelo Peveri, un imprenditore condannato per tentato omicidio in via definitiva per aver sparato ad un rapinatore rumeno dopo aver subito innumerevoli tentativi di rapina. Il rumeno, ex dipendente di Angelo Peveri, stava cercando di rubare del gasolio dall’escavatore di Peveri assieme ad altri complici, all’interno della ditta di Angelo Peveri, più volte presa di mira dai ladri. 

ANM: “Così Salvini ci delegittima”

L’ANM si è risentita per la decisione di Salvini di visitare l’imprenditore detenuto. Secondo l’ANM, la sua visita “delegittima il sistema giudiziario ed è contrario allo Stato di diritto e ai principi costituzionali, al cui rispetto dovrebbero concorrere tutti, specialmente chi ricopre importanti incarichi di Governo”. 

Salvini replica così: “Ho trovato una persona per bene. La sensazione che qualcosa non è giusto e non funzioni. Che sia in galera un imprenditore che si è difeso dopo cento furti e rapine e sia fuori un rapinatore in attesa di un risarcimento dei danni significa che bisogna cambiare presto e bene le leggi. Cercheremo di fare di tutto perché stia in galera il meno possibile”. 

La polemica infuria anche dopo che Salvini ha partecipato ad un comizio assieme ad un imprenditore che ha sparato ad un giovane rapinatore: in quell’occasione i genitori del 23enne deceduto hanno denunciato Salvini accusandolo di ‘infangare la memoria del figlio’. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram