Uccide le sue tre figlie con un fucile e poi si spara. Soffriva di schizofrenia e psicosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:34

madre figlie Una mamma affetta da schizofrenia ha massacrato le sue tre bambine con un fucile da caccia.

Aubrianne Moore, 28 anni, di Cedar Springs, nella contea del Kent (Stati Uniti), ha usato una falsa nota medica per far uscire le sue figlie da scuola. Successivamente, ha guidato verso una zona boscosa dove ha convinto le sue figlie a lasciare l’auto uno dopo l’altro. Una volta scesi dalla vettura, la donna le ha uccise tutte e tre.

La mamma ha poi avvolto i corpi senza vita di Kyrie, otto anni, Cassidy, sei anni e Alaina, di soli due anni, caricandoli sull’auto. La donna ha guidato fino a casa del suo ragazzo, dove si è sparata.

Il suo fidanzato, che è anche il padre di Alaina, ha scoperto l’immane tragedia un’ora e mezzo dopo. Dalle indagini è emerso che la donna ha falsificato una nota del medico, sostenendo che le bambine avevano un appuntamento con il dottore. Uno stratagemma per farle uscire da scuola.

La donna aveva “evidenti problemi mentali”

Lo sceriffo della Contea di Kent, Michelle LaJoye-Young, ha detto ai media statunitensi che la donna aveva evidenti turbe mentali.

“Sembra che la donna abbia lottato con problemi di salute mentale piuttosto importanti”, ha affermato LaJoye-Young.

“Alcuni post su Facebook e altre cose lasciano pensare fosse paranoica, e probabilmente pensava che le bambine rappresentassero in qualche modo un pericolo”, ha aggiunto lo sceriffo.

A settembre dello scorso anno le furono diagnosticate schizofrenia e psicosi. La donna fu anche ricoverata per una decina di giorni.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!