Il Cremlino si prepara ad attaccare gli States? La televisione russa manda in onda gli obiettivi di Putin

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:58

In un servizio andato in onda sulla televisione russa è stata mostrata una mappa con tutti gli obiettivi statunitensi che Putin sarebbe pronto a colpire

Il Cremlino si prepara ad attaccare gli States?Qualora gli Stati Uniti volessero scatenare una crisi missilistica come quella cubana del 1962 la Russia fa sapere di essere più che pronta. La televisione russa ha mostrato ai suoi telespettatori una cartina geografica degli Stati Uniti: sulla cartina erano stati in precedenza individuati i punti americani più sensibili (dal punto di vista militare e politico) da colpire in caso di ostilità bellica tra le due super potenze. La paura che si possa scatenare una nuova guerra mondiale torna così a farsi largo.

Il Cremlino si prepara ad attaccare gli States? L’ombra di una nuova guerra mondiale all’orizzonte

Nel mirino dell’esercito russo ci sono molti punti militari strategici degli Stati Uniti d’America. Primo su tutti il Pentagono. In caso di attacco nucleare il Cremlino sarebbe pronto ad attaccare i baluardi più significativi degli storici avversari, tra i quali anche la residenza presidenziale di Camp David. L’annuncio shock è arrivato attraverso la televisione russa che ha mandato in onda una cartina geografica degli States La Russia sta mettendo a punto delle tecnologie straordinarie che ruotano tutte intorno a dei missili ipersonici: questi missili non solo sarebbero capaci di colpire in 5 minuti l’obiettivo ma sarebbero anche “invisibili” , in quanto il nemico non sarebbe capace di localizzarli una volta invaso il suo spazio aereo. La Russia spaventa più che mai, anche perché (stando alle notizie che sono trapelate nei mesi scorsi) in fatto di sperimentazioni militari il Paese guidato da Putin si sarebbe messo alle spalle tutti gli altri. Stati Uniti di Trump compresi.

Il Cremlino si prepara ad attaccare gli States?  Gli Stati Uniti smentiscono una politica aggressiva

La presa di posizione di Vladimir Putin riguarda la possibilità che gli States possano abbandonare l’applicazione del Trattato delle Forze Nucleari a raggio intermedio del 1987 per puntare questi missili verso l’Europa. Si abbandonerebbero, così, le precauzioni prese dalla Guerra Fredda in avanti. Questa eventualità legittimerebbe l’esercito russo a schierare i suoi missili nucleari ipersonici piazzandoli su sottomarini nelle vicinanze delle acque territoriali americane. Gli Stati Uniti, per parte loro, hanno negato di voler mettere in atto questa tattica, per mancato possesso di missili nucleari terrestri a raggio intermedio, e hanno bollato la propaganda di Putin come ingannevole. Anzi, non è da escludere l’ipotesi che Putin stia cercando di forzare la mano al suo collega-avversario per portarlo a rinegoziare gli equilibri strategici esistenti tra le due potenze: cosa che la Russi ha in precedenza già cercato di fare ma con risultati non proprio soddisfacenti per le aspettative del Paese (fonte: The Guardian).

(Immagine di repertorio)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram