Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Minacce di morte al questore di Macerata, in prima linea contro droga e mafia nigeriana

CONDIVIDI
Minacce di morte al questore di Macerata, in prima linea contro droga e mafia nigeriana-min
Foto dal sito Cronache Maceratesi

Minacce al questore contro la mafia nigeriana

Il questore di Macerata, Antonio Pignataro, è stato minacciato di morte da gruppi criminali. Antonio Pignataro, da sempre impegnato in prima persona nel contrasto allo spaccio di droga connesso alla criminalità organizzata, è stato oggetto di numerosissime minacce di morte esplicite. Minacce scritte sui muri a Tolentino “Pignataro morto”, e Porto Recanati. Da otto mesi, ormai, il questore è oggetto di scritte ingiuriose che fanno preoccupare e che spaventano. 

Ora questo accumularsi di tensione e minacce spaventa: spaventa perché dietro potrebbe esserci la criminalità organizzata italiana e quella nigeriana, che è nota per la sua violenza che non ha nulla da invidiare alle mafie nostrane. Pignataro infatti è arrivato a Macerata dopo il terrible omicidio di Pamela Mastropietro ed ha subito dichiarato guerra al traffico di droga, e quindi anche a chi lo gestisce: la mafia nigeriana. 

“Lo Stato protegga i suoi uomini”

L’appello viene lanciato dal direttore del Secolo d’Italia ed ex ministro della salute, Francesco Storace. “Lui (Pignataro, ndr) non ha paura, perché fa con onore il suo mestiere. Ma i cittadini sì, perché ogni giorno che passa c’è una malavita disperata che vuole ammazzarlo. E lo Stato deve difendere i propri uomini” scrive sul suo giornale Storace. Storace ripercorre le tappe delle vicende che hanno sconvolto Macerata, dall’omicidio di Pamela Mastropietro attribuito al nigeriano Oseghale fino alla comparsa continua di scritte minacciose sui muri di Macerata e provincia. 

“La tolleranza verso l’immigrazione clandestina porta a chiudere un occhio e pure l’altro sui reati che si commettono ma non ce lo possiamo permettere più. (…) ci si abitua a convivere con l’illegalità” scrive Storace. Inoltre “da troppo tempo c’è assuefazione alla droga, non fa più notizia la morte per overdose: eppure se ne vanno al Creatore un mare di giovani e meno giovani ogni anno” continua il direttore. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore