Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Uccise il ladro nella sua tabaccheria e venne assolto: ora la famiglia gli chiede il risarcimento 

CONDIVIDI

Uccise il ladro nella sua tabaccheria e venne assalto: ora la famiglia gli chiede il risarcimento Famiglia del ladro chiede il risarcimento al tabaccaio

La famiglia di un rapinatore moldavo ha chiesto il risarcimento del danno a Franco Birolo, un ex tabaccaio di Civé di Correzzola che è stato accusato – e poi assolto – per aver ucciso un ladro nella sua tabaccheria. 

L’uomo sparò a Igor Ursu, moldavo, il 26 aprile del 2012, nel corso di un furto nel suo negozio. L’ex tabaccaio saprò dopo aver sorpreso l’uomo nella sua tabaccherai nella notte fra il 25 ed il 26 aprile 2012. Birolo sostenne di aver sparato ad Ursu perché temeva che potesse aggredirlo col registratore di cassa. Il ladro si trovava nel negozio assieme ad altri complici che stavano rubando la merce.

Assolto in Cassazione, vendette l’attività 

Birolo affrontò un lungo processo dopo l’omicidio del ladro straniero. Prima venne condannato a 2 anni e 8 mesi in primo grado e poi venne assolto in Cassazione con sentenza da poco passata in giudicato, che riconosceva la legittima difesa. Dopo l’assoluzione, il proprietario dell’attività commerciale aveva lasciato la tabaccheria.  

Ora, però, la famiglia di Igor Ursu è intenzionata a citare Birolo per i danni in sede civile. Assolto per legittima difesa, Birolo rischia di essere citato in sede civile per risarcire i danni causati dall’uccisione del ladro. Ora Birolo è stato raggiunto da una lettera contenente la richiesta di conciliazione, il che lascia pensare che la famiglia voglia aprire la causa civile e chiedere il risarcimento. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram