Morta Natacha Jaitt, finalista del Grande Fratello spagnolo che scriveva su Twitter: “Se muoio, mi avranno ammazzata”

Natacha Jaitt
Natacha Jaitt

E’ morta Natacha Jaitt, modella la modella e attrice argentina arrivata al successo grazie alla sua partecipazione alla sesta edizione del Grande Fratello spagnolo.

Una notizia che ha scosso l’opinione pubblica spagnola e argentina: Natacha Jaitt, modella e attrice argentina arrivata al successo grazie alla sua partecipazione alla sesta edizione del Grande Fratello spagnolo, è morta. Natacha è stata ritrovata senza vita sabato scorso in una discoteca al nord di Buenos Aires, nella provincia di Benavídez. Il corpo, ritrovato privo di vestiti e adagiato su di un letto all’interno del locale, non presentava alcun segno di violenze ma tracce di cocaina ben visibili sul volto.

Sembra che la modella sia arrivata sul posto la sera precedente accompagnata da un amico paraguaiano, Raúl, di 49 anni, per incontrarsi con il direttore della discoteca, Guillermo, un argentino di 47 anni, per discutere di diversi eventi che proprio lì l’avrebbero vista protagonista. Secondo quanto si evince dai filmati estrapolati dalle telecamere di sicurezza, al momento della morte, con la donna c’erano anche un americano di 44 anni, un argentino di 45, e una giovane di 19 anni, della quale ancora non si è scoperta la nazionalità. I tre sono stati identificati e immediatamente posti agli arresti domiciliari poiché trovati in possesso di un marsupio contenente diverse dosi di cocaina.

Le accuse di abusi su minori nei confronti di esponenti politici e giornalisti

Oltre per la sua partecipazione al “Grande Fratello”, la modella, lo scorso anno è balzata agli onori delle cronache per avere accusato, in diretta a “Lunch with Mirtha Legrand”, diversi giornalisti ed esponenti del mondo politico argentino i abusare di minori, con particolare riferimento a Gustavo Vera, ex politico molto legato a Papa Francesco, oltre che direttore dell’organizzazione no-profit per i diritti umani “La Alameda”. A causa di queste affermazioni, Natacha aveva, forse, paura di ritorsioni, tanto da arrivare a scrivere su Twitter:

“Non mi suiciderò, non inizierò a drogarmi e non mi annegherò in una vasca da bagno. Non mi sparerò in testa. Perciò, se una di queste cose dovesse accadermi, sappiate che non sono stata io”.

Le ricerche sul caso continuano ed anche la famiglia di Natacha chiede giustizia per risolvere il caso che, alla luce di quanto scritto dalla modella sui social, sembra essere tutt’altro che risolto.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie anche su Google News, Segui NewNotizie su Instagram