Prese a sprangate un passante senza motivo, assolto perché incapace di intendere e volere

Prese a sprangate un passante senza motivo, assolto perché incapace di intendere e volerePrese a sprangate un uomo, assolto 

È stato assolto, in quanto incapace di intendere e di volere, il 32enne camerunese Frankline Njuakeh, arrestato il 23 gennaio del 2018 per aver preso a sprangate in testa un passante a Milano. 

La vittima, un serbo, era alla fermata del tram tra viale Sabotino e via Ripamonti e stava aspettando quando il camerunese gli è arrivato alle spalle. In quel momento è scoppiata la follia: Frankline Njuakeh ha preso una sbarra di ferro ed ha colpito tre volte alla testa, con inaudita violenza, il passante.

L’attacco è stato compiuto senza motivo, in modo del tutto casuale: nessun movente per Frankline Njuakeh, che non conosceva la vittima. Lo straniero ha sradicato una spranga di ferro lunga quasi un mero da dietro un’edicola e l’ha sbattuta sulla testa dell’uomo, che non si è accorto di nulla perché aveva addosso gli auricolari. 

Vizio totale di mente, andrà al Rems 

Dopo l’aggressione, Frankline Njuakeh è scappato. Venne arrestato in stato di agitazione e alterazione, probabilmente per l’assunzione di droga, e indagato per tentato omicidio. Il serbo rimasto vittima della violenza ha perso l’udito dall’orecchio destro, mentre “senso del gusto e la mobilità del braccio sinistro sono gravemente compromesse” hanno spiegato i suoi legali.

Il suo aggressore, invece è stato assolto e passerà tre anni in un ex ospedale psichiatrico giudiziario. Frankline Njuakeh è stato ritenuto vittima di un vizio di mente, per disturbi schizofrenici. Il gup ha disposto nei suoi confronti l’applicazione di una misura di sicurezza di tre anni al Rems. 

L’episodio, per la casualità della violenza, ricorda quello di Kabobo – che uccise a colpi di piccone tre passanti – e più di recente quello del nordafricano che ha sgozzato un 33enne italiano senza alcun motivo, nel centro di Torino ed in pieno giorno. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram