Kamikaze degli estremisti islamici nell’hotel, inferno a Mogadiscio: almeno 29 morti e 80 feriti

Kamikaze degli estremisti islamici nell’hotel, inferno a Mogadiscio: almeno 18 mortiInferno a Mogadiscio, kamikaze fa 29 morti 

Ancora sangue e violenza a Mogadiscio, capitale della Somalia. Un kamikaze si è fatto esplodere questa mattina a bordo di un camion di fronte all’hotel Makkah Al Mukaramah, una zona e un luogo molto frequentato anche da funzionari del governo.

Subito dopo l’esplosione, secondo uno schema che i terroristi locali ripetono in continuazione, un gruppo di miliziani armati ha fatto ingresso nell’hotel e ne ha assunto il controllo. A rivendicare l’attacco sono stati degli estremisti islamici.

I miliziani sostengono che i tentativi della polizia locale di fare ingresso nell’hotel sono stati respinti. Secondo la polizia, ci sono persone armate nell’edificio. Lo scopo degli estremisti potrebbe essere quello di uccidere gli alti funzionari che si trovano nell’hotel. 

“Il governo ha tentato tre volte di entrare nell’edificio, ma li abbiamo respinti. Abbiamo ancora il controllo dell’hotel” hanno comunicato i miliziani di Shebab.

Forse il bersaglio era un giudice 

Il bersaglio dell’attentato potrebbe essere un giudice di alto grado, di nome Abshir Omar, che ha la residenza a poca distanza dal luogo di esplosione della bomba. Il bilancio dell’ennesimo attentato è grave: le fonti ufficiali parlano di 18 morti, ma secondo altre fonti i deceduti sarebbero 29. Non si esclude poi che il bilancio possa aumentare, a causa dell’elevato numero di feriti, fra i 40 e gli 80. 

Attualmente è in corso un’operazione dei corpi speciali per cercare di riprendere il possesso dell’hotel. “Ci sono ancora uomini armati nell’edificio. Le forze di sicurezza stanno cercando di irrompere” ha dichiarato un ufficiale di polizia, Ibrahim Mohamed.

Mogadiscio è una città estremamente presa di mira dagli estremisti islamici del gruppo Al-Shabaab, che cerca di prendere il controllo. Al Shabaab è un temibile gruppo terroristico jihadista nato nel 2006, ormai da numerosi anni responsabile di frequenti e gravi attentati in Somalia, attentati che spesso riguardano hotel anche frequentati da stranieri e che fanno ingenti stragi. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram