Sebastian Vettel ed il retroscena mai rivelato su Schumacher: “Mi manca parlare con lui via telefono”

vettel schumacherCurioso retroscena quello raccontato dal campione di F1 Sebastian Vettel sul suo rapporto con Schumacher prima dell’incidente sugli sci.

Il dispiacere più grande è non poter più scambiare messaggi con Schumi. A dirlo è il suo grande amico Sebastian Vettel che nel corso di un’intervista ha rivelato un curioso retroscena sul suo rapporto con Michael Schumacher prima del brutto incidente sugli sci a seguito del quale la vita del campione di Formula 1 è cambiata per sempre.

Il retroscena su Schumacher

Vettel ha rivelato infatti che gli manca molto non poter chiacchierare via sms con la leggenda dell’automobilismo: il quattro volte campione del mondo ha raccontato che Schumacher, che a causa dell’incidente ha subito un grave trauma cranico, è stato il suo “eroe” e di “grande ispirazione”. E’ un vero peccato che non possa sollevare il telefono e parlare con lui, ha sottolineato, “quando guardo indietro è Michael la persona che ricordo più che il pilota. Anche se sono ancora pieno di ammirazione per lui come pilota”.

“Schumi ha lasciato qualcosa di speciale”

“Quando parlo con i ragazzi della Ferrari tutti lo ricordano con piacere, questo dimostra che ha lasciato qualcosa di speciale”, si legge sul Daily Star. Vettel è stato soprannominato Baby Schumi dalla stampa tedesca quando ha iniziato la sua carriera in Formula 1 iniziando ad emulare i successi di Michael. Ma ha ammesso che all’inizio non era entusiasta di questo soprannome: “Ora ci scherzo su ma a quel tempo non lo so – ha detto con ironia – pensavo che il mio mento non fosse grosso come quello di Michael quindi non penso che fosse molto appropriato. Ora comunque non ho più soprannomi”