Chi è John Turturro: età, biografia e curiosità

John Turturro
John Turturro

Tutto su John Turturro, protagonista de “Il nome della rosa”.

John Turturro è uno dei protagonisti della nuova fiction di Raiuno “Il nome della rosa”, basata sul celebre libro di Umberto Eco. Ecco qualche nota biografica sull’attore.

John Michael Turturro è nato a New York, il 28 febbraio 1957, figlio di immigrati italiani. Suo padre, Nicholas Turturro (nato Nicola Turturro), era un carpentiere originario di Giovinazzo (in provincia di Bari), giunto negli Stati Uniti all’età di sei anni, mentre sua madre, Katherine, era una cantante jazz originaria di Aragona (in provincia di Agrigento). Ha due fratelli, Nicholas, anch’egli attore, e Ralph, un insegnante.

È cugino dell’attrice Aida Turturro, nota per avere interpretato Janice Soprano nella serie televisiva “I Soprano”. E’ sposato con l’attrice Katherine Borowitz dalla quale ha avuto due figli maschi: Amedeo (nato nel 1990) e Diego (nato nel 2000).

Dopo aver conseguito il Master of Fine Arts presso la Yale School of Drama, partecipò come comparsa in “Toro scatenato” di Martin Scorsese (1980). Nel 1986, tornò a lavorare per Scorsese, questa volta nelle vesti di attore (Julian) nel film “Il colore dei soldi”. Spike Lee apprezzò moltissimo l’interpretazione di Turturro in “Dentro la grande mela” (1987) e lo scelse per “Fa’ la cosa giusta”: è la prima di una lunga serie di partecipazioni di John Turturro come attore nei film del regista afroamericano.

Età, biografia e curiosità su John Turturro

Negli oltre 70 film in cui ha recitato, Turturro ha mostrato tutto il suo istrionismo e la sua versatilità, sia come personaggio secondario che come protagonista, lavorando con registi del calibro di Martin Scorsese, Spike Lee, Joel ed Ethan Coen, Woody Allen, Michael Bay, Francesco Rosi e Michael Cimino, e interpretando personaggi diversissimi tra di loro, alcuni dei quali memorabili.

Nel 2010, torna in Italia e partecipa alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con il suo documentario musicale “Passione” che omaggia la musica napoletana e la città di Napoli, definendola uno dei posti del suo cuore.

Nel 2011, ottiene la cittadinanza italiana ed il doppio passaporto. Turturro parla l’italiano con una certa disinvoltura, anche se non perfettamente. Nel 2018, cura per la prima volta la regia di un’opera lirica, scegliendo “Rigoletto”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie.it anche su Google News, Segui NewNotizie su Instagram