La Cina punta a Marte? Gli scienziati nel deserto potrebbero esserne la prova

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09

Gli scienziati nel deserto potrebbero esserne la provaGli scienziati della CNSA conducono delle simulazioni e degli esperimenti nel deserto della Cina per comprendere il possibile stile di vita su Marte.

Da qualche anno a questa parte il governo cinese sta investendo numerosi fondi al fine di potenziare e migliorare la propria tecnologia spaziale. I frutti di questi investimenti si sono visti nei mesi scorsi quando sono state lanciate due sonde spaziali per esaminare la superficie del lato oscuro della luna e quando è stato lanciato in orbita un satellite che permette di mappare la superficie della terra ed avere un sistema di gps alternativo a quello americano.

I progetti della Cina non si fermano a questi appena elencati ma vanno ben oltre e potrebbero puntare ad inviare degli scienziati su Marte. Al momento si tratta di un’ipotesi fantasiosa, come sappiamo sul pianeta rosso non ci sono le condizioni di vita per sopravvivere, ma gli esperimenti condotti dalla CNSA sembrano puntare proprio verso quella direzione.

La Cina punta a colonizzare Marte?

La stessa agenzia spaziale cinese ha illustrato l’esistenza di una struttura da 17 milioni di dollari situata nella regione di Qaidam Basin (vicino alla città di Mang ai), che presenta un territorio completamente arido e privo di falde acquifere. Al suo interno circa 60 scienziati lavorano quotidianamente sullo sviluppo di tecnologie che permettano di vivere sul pianeta rosso, il tutto vivendo in un habitat in cui sono state ricreate il più fedelmente possibile le condizioni di vita che dovrebbero sopportare se si trovassero all’interno di una base permanente su Marte.

Che la Cina punti ad una colonizzazione lo ha confermato anche Wu Weiren, l’uomo a capo del progetto di esplorazione della Luna. Chiaramente prima che si possa anche solo pensare di mandare uomini sarà necessario prima mandare delle sonde sul pianeta rosso in modo tale da raccogliere dati. La prospettiva, dunque, è molto lontana anche perché lo stesso Weiren ha ammesso: “Nel corso degli ultimi 60 anni abbiamo raggiunto molti obiettivi, ma siamo ancora molto distanti dalle potenze spaziali (Russia e USA ndr)”. Durante l’intervento dello scienziato alla conferenza consultativa politica del popolo cinese, così come riportato dal ‘Daily Star‘, è stato confermato che entro il 2020 verrà lanciata una sonda verso Marte.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram