La “Maledizione” di Ramsey, la bufala del web continua imperterrita

Aaron Ramsey, il noto calciatore 28enne che ha giocato per grandi squadre come il Cardiff City, l’Arsenal e la Juventus, non è solo famoso per le sue imprese sportive, ma per una curiosa bufala che gira per la rete da diversi anni, incentrata su di lui e sul suo misterioso “patto” che fece con un personaggio di un certo “calibro“, il Tetro Mietitore.

Argomento di cui ci siamo già occupati tempo fa, ieri la leggenda della “maledizione di Ramsey” ha mietuto altre due vittime, Keith Flint dei Prodigy e Luke Perry di Beveryl Hills. Questa storia fasulla, narri di come ogni volta il nostro Ramsey riesca a fare un gol, la Morte vada a reclamare la vita di qualche Vip. La lista dei caduti “per piede” di Ramsey vanta altri nomi eccellenti, tra i quali possiamo trovare:

  • Osama Bin Laden (leader del movimento estremista Al-Qaeda, morto il 2/05/2011 per mano statunitense)
  • Steve Jobs (programmatore e fondatore della Apple, morto il 5/10/2011 a causa di un carcinoma con conseguente arresto respiratorio)
  • Mu’ammar Gheddafi (Rais libico, morto 20/10/2011, ucciso da dei ribelli)
  • Whitney Houston (cantante eccezionale, morta il 12/02/ 2012 suicida)
  • Jorge Videla ( lo spietato dittatore argentino soprannominato “l’Hitler della Pampa“, morto il 15/05/2013 per cause naturali)
  • Paul Walker (carismatico attore, morto il 30/11/2013 a causa di un terribile incidente stradale)
  • Robin Williams (il grande attore che interpretò Peter Pan e Patch Adams, morto il 11/08/2014 suicida dopo una lunga depressione)
  • David Bowie (attore/cantante/performer leggendario, morto il 10/01/2016 dopo aver lottato per anni contro il cancro)
  • Alan Rickman(l’attore che diede forma e anima a Severus Snape di Harry Potter,morto il 14/01/2016 a causa di un terribile cancro al pancreas)

Come abbiamo sempre detto fin dagli inizi, questi eventi e i gol del giovane calciatore sono puramente casuali, non vi è alcun nesso né scientifico, né astrale, né di congiunzione planetaria, né di complotti di vario genere.

Nel momento in cui sto scrivendo questo articolo (06/03/2019 alle ore 11:40) secondo Worldometers sarebbero in data odierna già morte 10 milioni di persone in tutto il mondo e in tutto questo, Ramsey non ha segnato.

Ieri è morto un Vip, un grande wrestler, King Kong Bundy, come detto prima, Ramsey non ha segnato.

Questa leggenda ha alcuna base logica. Semicitando un famoso personaggio della mia città, concludo dicendo:

Sono solo causalità,veda un pò lei

Lorenzo Carbone.