Home Spettacolo Musica

Antonello Venditti: “Sul caso Diciotti, Salvini ha agito in nome dell’interesse nazionale, Ultimo mi assomiglia”

CONDIVIDI
Antonello Venditti e Matteo Salvini
Antonello Venditti e Matteo Salvini

Intervista fiume di Antonello Venditti che parla dell’attuale situazione politica italiana e di Ultimo e la polemica che l’ha visto protagonista all’ultimo “Festival di Sanremo”.

Alla vigilia dei 70 anni che compirà il prossimo 8 marzo, Antonello Venditti concede a “Vanity Fair” un’intervista fiume, nella quale, non solo racconta sè stesso, ma parla anche dell’attuale situazione politica italiana e della polemica che ha investito Ultimo all’ultimo “Festival di Sanremo”.

Pur essendo sempre stato un uomo di sinistra, Venditti, parlando di Matteo Salvini, dichiara:

“Parla il linguaggio dell’epoca in cui vive. La vera differenza che c’è tra destra e sinistra, nel 2019, è prima di tutto semantica. In questo tempo, devi avere il linguaggio del nostro tempo. Sarebbe interessante trovare un giovane uomo o donna di sinistra che abbia la capacità di comunicare con gli altri come fa Salvini. Sul tema dei migranti, non possiamo non dire che la politica di Minniti era più a destra di quella di Salvini. Cosa c’è di diverso? Il linguaggio”.

Il cantante, continuando a parlare ancora di Salvini, dice la sua sul caso Diciotti:

“Salvini è organico a tutto quel che dice. Lui muta. Mette una felpa della Polizia e diventa poliziotto. Ha una capacità di immedesimazione fenomenale. È credibile. E gli altri lo attaccano sul piano sbagliato: sulla Diciotti, la gente vede i risultati, e per la stessa Unione Europea, che pure ci ha attaccato a ripetizione, il caso Diciotti è chiuso. Salvini ha agito in nome di un superiore interesse nazionale, l’hanno capito tutti. Tutta Europa. In Italia invece siamo alla Procura X che manda un avviso di garanzia e in questa confusione di linguaggio e di poteri, alla fine, le ragioni di chi grida allo scandalo sono deboli, perdenti, inutili. Vuoi smontare un governo per l’alzata di scudi di una Procura? Dove pensi di andare?”.

Antonello Venditti: “Sto dalla parte di Ultimo”

Infine, l’interprete di “Nato sotto il segno dei Pesci”, dice la sua anche sul collega Ultimo e sulla polemica che lo ha investito durante l’ultimo “Festival di Sanremo”:

“L’incontro con lui è stato un miracolo di Sanremo e la notte in cui non si sapeva dove fosse finito, era al telefono con me. Abbiamo fatto le 4 e 30 del mattino. Sono stato un amico e un amico non è quello che ti blandisce, né ti fa la ramanzina, ma quello che ti dice le cose come stanno. Ultimo è molto simile a come ero io alla sua età. Solo che è partito da San Basilio, senza strumenti, mentre io venivo da un quartiere borghese e alla fine mi sono anche laureato. Ultimo è passato da 0 a 10, in pochi mesi ha avuto una strada stretta per arrivare dov’è, ed è pronto a rinunciare a tutto. Mi piace. È andato sulla Luna senza neanche sapere il perché, ma non è da solo. Io sto con lui, e con me tanti altri”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie.it anche su Google News, Segui NewNotizie anche su Instagram

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore