Festa della donna: Trenitalia, Lega e supermercati nella bufera. Il caso delle offerte e dei volantini “sessisti”

Trenitalia nella bufera per delle caramelle al limone, la Lega per un volantino: le polemiche sessiste sono pronte a rovinare la Festa della Donna del 2019. E un supermercato propone un’offerta sui detersivi…

L’8 Marzo 2019 e la ricorrenza della Festa della Donna (la Giornata Internazionale della Donna), stanno per arrivare. Istituita nel 1977 per commemorare annualmente sia le conquiste ottenute dalle donne in tutti i campi della vita sia per ricordare le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggi vittime, questa ricorrenza è finita- come molte altre, del resto- col diventare espressione di un modo meramente materialista e consumista di rapportarsi alla vita. Così, passando da un rametto di mimosa a cene rigorosamente riservate a clienti appartenenti alla categoria del gentil sesso, si arriva a parlare di una quasi vigilia abbastanza turbolenta per la Festa della Donna targata 2019. Sono in particolare tre le questioni nate intorno a questa celebrazione che hanno creato risentimenti e malumori, non senza mettere in allarme i più ferventi nemici dei comportamenti sessisti. Nel mirino di ironie social più o meno taglienti sono finite un annuncio di Trenitalia, un manifesto creato dalla Lega e un’offerta di una nota catena di supermercati: vendita di detersivo ad un prezzo speciale proprio per festeggiare nel migliore dei modi l’8 marzo. Si fa risentire l’eterno quesito che puntualmente si ripropone in queste occasioni: le donne hanno lottato invano per la loro parità, se ancora nel 2019 è idea abbastanza diffusa che il loro posto sia quello vicino al focolare domestico?

Festa della donna nella polemica, Trenitalia regala caramelle fino a esaurimento scorte

L’annuncio dell’omaggio di Trenitalia per la Festa della Donna

Trenitalia regala le caramelle al limone alle sue clienti (fino ad esaurimento scorte). Ma attenzione: non a tutte le donne e non su tutte le corse. L’offerta è riservata a quelle clienti che nella giornata dell’8 marzo viaggeranno su Frecciarossa e Frecciarossa 1000 e che siano in possesso di particolari requisiti (come aver effettuato una consumazione al bar). L’annuncio di Trenitalia, poi rimosso, ha fatto in tempo a circolare sui social grazie ad uno screenshot (in foto) e a fare esplodere un’ironia molto tagliente soprattutto attorno all’evidente generosità del dono.  Altri hanno sottolineato come invece proprio per l’8 Marzo sarebbe stato indetto uno sciopero.

Festa della donna nella polemica, il manifesto sessista opera della Lega

Il volantino proposto dalla Lega di Crotone per la Festa della donna

Se l’offerta imperdibile proposta da Trenitalia ha scatenato più che altro ironia e qualche risata, lo stesso non si può dire del volantino targato Lega fatto circolare il quel di Crotone. Gli esponenti della Lega della nota città calabrese hanno allestito un gazebo nei pressi del Comune, in Via Vittorio Veneto, con l’intenzione di distribuire un volantino intitolato “Chi offende la dignità della donna?”. Il volantino, secondo molti, insinuerebbe che è proprio l’emancipazione che la donna ha tanto agognato, mettendo in atto anche lotte e proteste per ottenerla, ad averle tolto la dignità. Affermazioni che nell’Italia del 2019 dovrebbero suonare come inaccettabili. A tal proposito è intervenuto, con delle dichiarazioni, Nicola Fratoianni, parlamentare di Liberi e uguali:  “Care amiche, volete tornare nel chiuso delle vostre case? Volete rinunciare alle vostre ambizioni, al vostro lavoro, alla vostra libertà? Ora sapete chi potete scegliere: la Lega di Salvini. Questi leghisti sono pessimi. Non dicono mai, mai, mai una parola sulle violenze che subiscono le donne e fanno un manifesto per dire che la dignità della donna viene offesa dall’autodeterminazione. Cioè dalla possibilità di ciascuna donna di decidere per se stessa. Chiaro?”.

Festa della donna nella polemica, il caso dello sconto speciale sui detersivi al supermercato

Last but not least, concludiamo la questione della triplice polemica sull’imminente Festa della Donna con un’offerta proposta da una nota catena di supermercati. Nel volantino proposto dall’esercizio commerciale (qui in foto) si evidenzia, tramite un bollino rosso, un omaggio esclusivamente riservato alle donne che sarà possibile ottenere solo l’8 Marzo: un lavapiatti scala. Il bollino campeggia proprio accanto all’immagine dei detersivi utilizzati per lavare i piatti. Si segnalano altri casi di altri esercizi commerciali che hanno lanciato offerte esclusive per la Festa della Donna e si tratta soprattutto di vantaggiosi risparmi inerenti prodotti per la cura della casa. Il cliché della donna perfetta padrona di casa è servito.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram