Home Spettacolo Musica

Lodo Guenzi rivela: “La protagonista di Niente di speciale è per metà etiope”, il cantante sommerso da commenti razzisti

CONDIVIDI
Lodo Guenzi
Lodo Guenzi

Lodo Guenzi, leader de Lo Stato Sociale e giudice di “X Factor”, al centro di una querelle a sfondo razzista.

Lodo Guenzi, leader de “Lo Stato Sociale” e giudice dell’ultima edizione di “X Factor”, al posto di Asia Argento, è finito, suo malgrado, al centro di una polemica a sfondo razzista. Tutto è iniziato quando il cantante di “Una vita in vacanza” ha rivelato ai fan che “Niente di speciale“ ha come protagonista una ragazza di origine etiope. A tal proposito, l’artista ha scritto:

“Lei era metà etiope e metà italiana, e odiava tuffarsi. Avevo letto che le persone di colore sono meno predisposte per il nuoto e di più per la corsa per questioni di densità ossea, ma non credo fosse quello il problema”.

Lodo Guenzi: “Ai razzisti, dico di andare via”

In men che non si dica, sotto al post di Lodo sono piovuti centinaia di commenti razzisti, del tipo: “Adesso la canzone è meno speciale”. In seguito alla valanga di commenti che Guenzi si è ritrovato sotto al suo post, il cantante di “Una vita in vacanza” ha invitato coloro i quali hanno scritto esternazioni razziste, ad abbandonare la sua pagina:

“Ho scritto la storia di Niente di speciale, una delle canzoni più amate della band. È legata ad una ragazza di origine etiope, non l’avevo mai raccontato questo dettaglio perché non faceva alcuna differenza. Mi sono ritrovato con della merda razzista sotto al post. “Internet è quello che è e non mi importa di un paio di falsi profili che sparano stronzate come è normale sui social, però voglio cogliere l’occasione per chiedere a qualunque razzista di non avere a che fare con me. E non dico chi vota quello che non voterei, con lui voglio dialogare. Dico razzista. Se lo siete non ascoltateci in streaming, non comprate i nostri dischi, non venite ai nostri concerti, non votateci a Sanremo, non votate una mia band ad x factor, non mettetemi cuori, like, segui, non scrivetemi, non citatemi, non vogliatemi bene, fate altro, andate altrove, ciao e buona vita. L’effetto che fa a voi quello che altri hanno sulla pelle, è lo stesso che fa a me quello che voi avete in testa”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie.it anche su Google News, Segui NewNotizie su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram