ESCLUSIVA Sen. Lonardo (FI): “Il reddito di cittadinanza aggrava il debito pubblico. Approvo la legge droga di Salvini”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:08

Lonardo

Intervista alla Senatrice Lonardo di ‘Forza Italia’

Buongiorno Senatrice, da questa settimana sarà possibile presentare richiesta per ottenere il reddito di cittadinanza. Misura tanto apprezzata quanto criticata dai diversi schieramenti, Lei crede che sia un provvedimento che porterà reali benefici alla cittadinanza?

Questa maggioranza gialloverde ha approvato la legge per erogare il reddito di cittadinanza… Sembrerebbe una bella notizia, ma ahimè così non è e non sarà! Sono convinta che questo provvedimento non possa risolvere il problema della povertà. Sicuramente verrà incontro a chi è in difficoltà, ovvio! Ma solo temporaneamente ed a tempo. Il problema vero è che è tutto fondato sul debito, ed i debiti si pagano. Credo, invece, che, se oggi avessimo votato provvedimenti per incentivare le aziende, avremmo creato occasioni di lavoro per quanti sono senza occupazione: giovani, meno giovani e 45/55enni che il lavoro lo hanno perso. È il lavoro che dà dignità, è il lavoro che dà libertà e che permette di  programmare il futuro. Questo provvedimento è un palliativo, ma che aggrava pericolosamente il nostro debito pubblico, per cui si dovranno necessariamente aumentare le tasse, l’IVA, fare patrimoniali e saranno tante le aziende che chiuderanno, perché tutta la pressione fiscale rallenta i consumi e crea difficoltà alle aziende tutte, piccole, medie e grandi. È questo il Paese che vogliamo? Io NO! Per questo ho votato un NO convinto. Resto a guardare e do appuntamento a tutti quelli che lo hanno esaltato in aula al Senato, all’anno 2020, allora sì, constateremo che la povertà non è stata debellata, ma che si potranno contare molti più poveri.

La Sen. Lonardo su reddito di cittadinanza e legge droga

Cosa ne pensa sul disegno di legge sulla droga presentato dal vicepremier Matteo Salvini?

Cosa ne penso? Che Salvini quando ha scoperto la mozione presentata dal gruppo ‘Forza Italia’ (con primo firmatario il Sen. Massimo Mallegni) contro la cannabis, si è subito affrettato a presentare il suo disegno di Legge. Lo ringraziamo, pertanto, per essere stato tanto solerte e per averci dato ragione. Sono naturalmente contro ogni tipo di droga, quindi immaginiamo se non possa essere d’accordo con tale disegno di Legge.

Simone Ciloni

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!