Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente

I cani un giorno potranno parlare? Ecco lo studio, rivoluzionario, portato avanti negli States

CONDIVIDI

Chissà che un giorno i nostri migliori amici, i cani, non possano parlare proprio come noi. Il rivoluzionario studio realizzato da un team universitario statunitense ci svela le scoperte compiute

Il cane Alma fotografato durante l’esperimento (©University of Illinois)

Quante volte abbiamo detto, riferendoci al migliore amico dell’uomo, una frase simile? “Chissà che cosa direbbero i cani se potessero parlare esattamente come noi”, oppure “A questo cane manca soltanto la parola per essere un umano a tutti gli effetti”. Ebbene, in un futuro di certo non prossimo l’umanità potrebbe accarezzare il sogno del raggiungimento di un altro traguardo: quello di far parlare gli animali. Come? Ce lo spiegano i risultati raggiunti da un team di studiosi statunitensi che hanno portato avanti una ricerca sui cani e su delle strumentazioni elettroniche.

I cani un giorno potranno parlare? Ecco le cuffie “speciali” realizzate dall’Università dell’Illinois

I cani non hanno la facoltà della parola ma, come tutti gli altri animali, hanno un proprio linguaggio che si concretizza con l’abbaiare. Nonostante il cane, quindi, comunichi, si tratta di una comunicazione non sempre decifrabile da parte degli esseri umani che si trovano a contatto con l’animale. Proprio sulla differenza del linguaggio dell’uomo e del cane si basa uno studio condotto negli Stati Uniti d’America da un team di studiosi dell’Università dell’Illinois. Questi studiosi hanno realizzato una cuffia dotata di elettrodi. La cuffia, applicata sulla testa del cane, sarebbe in grado di leggere gli impulsi elettrici che si vengono a creare nel cervello del cane e di tradurli in un vero e proprio discorso.

I cani un giorno potranno parlare? L’esperimento realizzato con il labrador di nome Alma

Per testare nella realtà il prodotto creato dagli studiosi è stata fatta una prova che ha visto come protagonista un labrador di nome Alma. L’idea è molto semplice: il cane è un animale abitudinario e si pensa che pensieri ed emozioni simili possano creare lo stesso schema mentale nel suo cervello. Ad esempio, se il cane ha un’esperienza positiva il messaggio tradotto dalle cuffiette sarà di estrema felicità. Il progetto, denominato “Dug the Dog IRL” e pensato come un omaggio al film “Up” di Pixar, è stato messo in pratica utilizzando componenti elettronici per un valore di circa 180 dollari presso la Open House di ingegneria. La Open House è uno spazio organizzato e portato avanti dagli studenti di ingegneria; è aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori interessati a formarsi in questo ambito di studi.

(Fonte: Daily Star Online)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore