Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Antonella Bundu, la candidata sindaco di Firenze con origini della Sierra Leone, ha unito la sinistra

CONDIVIDI

Antonella bundu, candidata sindaco di Firenze con origini della Sierra LeoneAntonella Bundu, candidata sindaco a Firenze con origini della Sierra Leone, è riuscita nell’impresa di unire partiti e movimenti di sinistra.

Uno dei problemi storici (probabilmente il principale) della sinistra, dopo la disgregazione del Partito Comunista Italiano, è stato sicuramente l’incapacità di creare un partito che riuscisse ad unire gli italiani orfani di un rappresentante politico che incarnasse quei valori in cui avevano creduto e per cui avevano lottato. Il risultato di questa atavica incapacità è stata la nascita di decine di partiti e movimenti di sinistra, ognuno dei quali aveva la pretesa di essere più a sinistra dell’altro.

Per cercare di superare la frammentazione e la conseguente dispersione di voti, questi partiti si sono uniti in una coalizione (come successo con l’Ulivo) e successivamente in un partito (il PD), ma l’unione d’intenti, spesso finalizzata solamente ad arginare lo strapotere delle destre, si è sempre  mostrata priva di fondamenta. La anime al loro interno, infatti, sono emerse alla distanza (nemmeno lunga), segno che una bandiera o un risultato positivo non possono cancellare una visione politica eterogenea.

Antonella Bundu, la candidata sindaco di Firenze che ha unito la sinistra

Dopo la diaspora dal Partito Democratico la situazione è ancora più variegata:sono nati Liberi e Uguali, Sinistra Italiana, Possibile e Mdp, a cui si devono aggiungere i già esistenti Rifondazione Comunista, Verdi e nuove realtà slegate dalle precedenti formazioni politiche come Potere al Popolo. Da tempo si lavora ad una piattaforma comune, ma per il momento sembra più che altro una chimera. Un primo passo verso un futuro unito si sta verificando in vista delle elezioni comunali di Firenze.

La candidata sindaco Antonella Bundu, infatti, è riuscita a convincere un fronte ampio di partiti: Sinistra italiana, Rifondazione comunista, la lista civica Firenze città aperta, Mdp articolo 1 e Possibile, ai quali potrebbe presto aggiungersi Pap. Il merito della candidata è stato quello di non aver mai fatto parte di un partito di sinistra, ma di aver comunque lavorato nel sociale ed aver fatto politica dal basso (elemento base della politica che pare sia stato dimenticato).

Nata a Firenze da padre originario della Sierra Leone e madre Fiorentina, Antonella si è trasferita da bambina a Freetown e da adolescente a Liverpool. Proprio la tappa nella città inglese, in un periodo in cui il popolo britannico si riversava in strada per rivendicare i propri diritti, è stata fondamentale per la sua formazione. Lì ha cominciato a fare ricerche sulla storia degli immigrati africani attraverso testi e interviste dirette ed ha compreso che nella vita in comunità valori come l’antirazzismo e la tutela dei diritti non possono e non devono essere dimenticati.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram