Maltrattamenti alla ex moglie, Cipollini rischia grosso. Pugni e calci davanti ai colleghi

cipollini maltrattamenti L’ex campione del mondo Marco Cipollini rischia grosso. 

Il celebre ciclista toscano, che ha terminato l’attività da alcuni anni, dovrà rispondere di accuse gravissime che dovrebbero portarlo presto a processo.

Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, infatti, Cipollini sarebbe responsabili di maltrattamenti e stalking nei confronti della ex moglie Sabrina Landucci, sorella di Marco, attuale vice allenatore della Juventus.

L’udienza preliminare presso il tribunale di Lucca è stata già fissata per il prossimo 20 marzo. Il pm Sara Paolino ha già chiesto il rinvio a giudizio per l’ex ciclista.

“Mi ha aggredita davanti a colleghi e clienti”

Stando a quanto riferito dal magistrato, Cipollini è accusato di “una serie di atti lesivi dell’integrità fisica e psichica dell’ex moglie con pugni, schiaffi, calci, con lesioni e minacce di morte”.

L’episodio si sarebbe verificato il 6 gennaio 2017, ed è stato interamente riportato nella deposizione fatta da Sabrina Landucci: “Stavo lavorando come ogni giorno nel centro sportivo quando Mario mi ha aggredita davanti a colleghi e clienti – ha raccontato l’ex moglie di Cipollini – Mi ha afferrato il collo e poi mi ha sbattuto la testa contro il muro. Avevo lesioni, dolore sono dovuta andare al pronto soccorso. Ma più che le ferite a farmi male è stato quel gesto così violento. Ancora oggi sono sconvolta”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram