Revocati i domiciliari ai genitori di Renzi. Accolta l’istanza di scarcerazione

renzi I genitori dell’ex presidente del Consiglio ed ex segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, non sono più agli arresti domiciliari.

E’ stata infatti revocata la misura precedentemente imposta a Tiziano Renzi e a sua moglie, Laura Bovoli, dopo l’istanza di scarcerazione presentata dall’avvocato difensore Federico Bagattini. L’istanza è stata accolta dal tribunale del Riesame di Firenze, che ha pertanto annullato l’ordinanza del gip Angela Fantechi, che nei giorni scorsi aveva confermato gli arresti domiciliari comminati il 18 febbraio.

Ad annunciare la revoca dei domiciliari è stato lo stesso avvocato Bagattini: “Tiziano Renzi e Laura Bovoli sono persone libere”, ha detto il legale intorno alle 13:30.

Come riportato dal quotidiano “La Repubblica”, l’inchiesta portata avanti dalla Procura di Firenze ha portato all’arresto dei genitori dell’ex premier, accusati insieme ad altre 13 persone di bancarotta fraudolenta e false fatture per operazioni inesistenti.

Mentana: “Non ero l’unico a pensarla così”

L’inchiesta fa riferimento al fallimento di alcune cooperative collegate alla loro azienda di famiglia, la Eventi 6: a Tiziano Renzi e alla moglie vengono contestate fatture false e gonfiate, emesse – secondo la procura fiorentina – dalla Marmodiv, una delle cooperative coinvolte.

La revoca dei domiciliari ha visto l’immediata reazione di Enrico Mentana, che nei giorni scorsi aveva definito impropria la misura, precisando che sarebbe bastato un ordine restrittivo. “A quanto pare non ero l’unico a pensarla così – ha scritto Mentana su Facebook – tra coloro che tifano per la giustizia, e non per il cacciatore o la lepre”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram