Home Notizie di Calcio e Calciatori

Juventus, ESCLUSIVO Caronni (Top Calcio 24): “La Juve e Allegri si separeranno, ma il livornese non si può criticare”

CONDIVIDI

Juventus

Il giornalista Matteo Caronni ci parla del futuro di Massimiliano Allegri

La Juventus venerdì sera ha liquidato la pratica Udinese con un netto 4-1 allo Stadium, dove l’assoluto protagonista è stata la giovane stellina Kean (autore di una doppietta).

La squadra ha però ovviamente la testa concentrata sul fondamentale match di martedì 12 marzo, dove affronterà sempre in casa gli spagnoli dell’Atletico Madrid nel ritorno degli ottavi di Champions. Abbiamo così colto l’occasione per interpellare Matteo Caronni, giornalista di ‘Top Calcio 24’ che in ESCLUSIVA ai nostri microfoni ha parlato della situazione in casa Juve in vista del match europeo e del futuro del tecnico Massimiliano Allegri.

Ecco l’analisi di Caronni, da sempre molto vicino alle vicende che interessano il club di Agnelli:

Matteo Caronni sul futuro di Max Allegri e la stagione della Juventus

“Sono convinto che comunque vada il cammino in Champions League Massimiliano Allegri e la Juventus si separeranno a fine stagione e sia una decisione unanime. La differenza è che il club ha già in mente un paio di soluzioni per il nuovo allenatore, mentre il livornese al momento non ha una squadra che concretamente si è mossa per lui. Il presidente Andrea Agnelli vorrebbe far sedere sulla panchina della ‘Vecchia Signora’ Zinedine Zidane che è il favorito numero uno per essere il successore di Allegri, anche se da nostre fonti sappiamo che Paratici avrebbe avuto qualche contatto con Guardiola e il suo entourage per sondare il terreno per il futuro (nonostante ad ora sia un semplice pour parler). Il sogno di Allegri invece è sempre il Real Madrid, ora vedremo se davvero  sarà Mourinho  il nuovo leader tecnico dei ‘Galacticos’. Il Manchester United si è affidato inizialmente al traghettatore Solskjaer, che però sta facendo talmente bene che sta guadagnando la conferma; potrebbe esserci il Chelsea in caso di esonero di Sarri e il Psg vista l’eliminazione in Champions. Anche l’influenza di Max nello spogliatoio bianconero è diminuita come è anche normale che sia dopo 5 anni. Le critiche però di questi giorni verso Allegri le trovo assolutamente ingiustificate, fortunatamente è sempre la minoranza  ad attaccare il tecnico. I tifosi della Juventus sono intelligenti e non si possono contestare i risultati ottenuti da quest’ultimo. Si può discutere a volte il gioco, ognuno ha la propria visione del calcio ma in questo sport a livello professionistico conta solo il risultato finale. Allegri non si può non definire un grande allenatore”.

Simone Ciloni

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram