Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Boeing 737 precipitato: 157 vittime, nessun sopravvissuto. A bordo c’erano anche otto italiani

CONDIVIDI
Boeing 737 della Ethiopian Airlines precipita e si schianta: 175 persone a bordo, ci sono vittime
Foto d’archivio

Boeing 737 della Ethiopian Airlines si schianta

Tragedia in Africa. Un aereo dell’Ethiopian Airlines sarebbe precipitato e si sarebbe schiantato mentre volava verso Nairobi. A bordo dell’aereo si trovavano 157 persone, e secondo il premier dell’Etiopia, che ha comunicato la notizia, non si sono sopravvissuti. 

L’aereo precipitato questa mattina è un Boeing 737 della Ethiopian Airlines, ed era in volo fra Addis Abeba e la capitale keniota, Nairobi. Il volo era partito dalla capitale etiope e non sono ancora note le dinamiche dell’incidente. Secondo la Bbc il Boeing etiope è precipitato appena dopo il decollo, poco prima delle 9 ora locale, le 7 in Italia. L’aereo sarebbe scomparso dai radar solo qualche minuto dopo il decollo ed è precipitato a 48 km dalla capitale, vicino alla città di Bishoftu.

“Confermiamo che il nostro volo di linea ET 302 da Addis Abeba a Nairobi è stato coinvolto in un incidente” ha comunicato Ethiopian Airlines.
Ancora nessuna informazione sulla causa dello schianto, ma è stato reso noto che qualcosa non andava e che il pilota aveva chiesto (ed ottenuto) il permesso di tornare indietro. Purtroppo però non ce l’ha fatta.

157 vittime, a bordo anche otto italiani

L’archeologo Sebastiano Tusa, la prima vittima italiana il cui nome è stato reso noto

Sono 157 le vittime dell’aereo precipitato in Etiopia, tutti i 149 persone passeggeri e 8 membri dell’equipaggio. A bordo dell’aereo c’erano anche otto italiani, secondo le prime informazioni anche alcune persone legate ad una Onlus.
Fra le vittime 
c’è l’assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana, Sebastiano Tusa, un notissimo archeologo nonché Sovrintendente del Mare della Regione, che era diretto in Kenya, per un progetto dell’Unesco. Fra i morti italiani, una coppia di Arezzo e una persona di Bergamo che facevano parte di una onlus lombarda. Le vittime sono di 33 nazionalità differenti.

L’ufficio del primo ministro etiope Abiy Ahmed ha ufficialmente comunicato su Twitter che l’aereo è caduto, esprimendo “a nome del governo e del popolo etiope” le “più sentite condoglianze alle famiglie di coloro che hanno perso i loro cari”. Il premier ha confermato che lo schianto è avvenuto alle 8.44 di questa mattina. 

Il numero delle vittime potrebbe essere elevato, dato che come hanno comunicato Bbc e Al Jazeera ci sarebbero 157 persone sul velivolo. 149 persone erano passeggeri e 8 erano membri dell’equipaggio. Sono state inviate delle squadre di soccorso nella zona dove l’aereo è precipitato, come ha comunicato ufficialmente Ethiopian Airlines. Inoltre è stata aperta un’inchiesta.

La Ethiopian Airlines è una delle migliori compagnie africane di volo, con piloti di altissimo livello, e con attrezzature sofisticate. L’aereo era nuovissimo: aveva solo quattro mesi di vita alle spalle.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram