Home Televisione

Giacomo Celentano, figlio di Adriano: “Adrian non è stato capito, sono molto vicino al movimento di Medjugorje”

CONDIVIDI
Giacomo Celentano
Giacomo Celentano

In una lunga intervista rilasciata a “La Verità”, Giacomo Celentano. figlio di Adriano, parla del suo percorso di conversione e fede e del flop di “Adrian”.

Dopo quella rilasciata da Claudia Mori (ve ne abbiamo parlato qui), tocca a Giacomo Celentano, figlio di Adriano, dire la sua sul flop di “Adrian”, la serie evento di Canale 5 con protagonista il Molleggiato che è stata rimandata alla prossima stagione televisiva.

Fratello delle più famose Rosita e Rosalinda, Giacomo è un fervente cattolico che ha da poco pubblicato il suo quarto libro, “La conversione”, nel quale parla del suo percorso di avvicinamento alla fede. La conversione di Giacomo, racconta, è iniziata quando ha incontrato la moglie Katia:

“Da quando ho conosciuto mia moglie Katia, nel 1997, è iniziato questo cammino: spero di aver fatto qualche passo. Lei è sempre stata credente e anch’io lo sono, sebbene mi sia allontanato nel periodo del militare. Negli ultimi anni ho notato che l’Italia e l’Europa, diciamo tutto l’ Occidente, stanno subendo una profonda scristianizzazione. È un’apostasia di massa. Negli anni Ottanta riguardava una élite di intellettuali. Ora investe la maggioranza della popolazione”.

Giacomo è molto vicino al movimento di Medjugorie:

“Negli ultimi anni mi sono avvicinato al movimento di Medjugorje seguendo i messaggi della Regina della Pace. Ho fatto il pellegrino per quattro giorni. Ho anche ricevuto delle grazie”.

Giacomo Celentano: “Michelle Hunziker e Teo Teocoli sono stati scorretti”

Come già successo per la madre, Claudia Mori, Giacomo ha commentato il flop di “Adrian”:

“Per me non è stato capito da gran parte del pubblico. Nel cartoon dice delle cose e molti non accettano il predicatore. Lo preferiscono come cantante e showman. Poi il cartoon è una bella scommessa perché è un linguaggio giovanile. Credo che si debba aspettare di vederlo tutto prima di dare un giudizio. A me le quattro puntate sono piaciute molto. C’ era della poesia e lo stile inconfondibile di papà sui temi dell’ ecologia, del contrasto al modernismo, dei migranti e del femminicidio. Disapprovo la decisione di Michelle Hunziker e Teo Teocoli di abbandonare la trasmissione. Mi è parsa una scorrettezza perché quando abbracci un progetto devi sposarlo fino alla fine, affidandoti al regista e agli autori”.

Infine, sull’attuale situazione politica:

“Vedo bene l’accoppiata Di Maio Salvini, se dovessi votare oggi voterei per loro”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi NewNotizie.it anche su Google News, Segui NewNotizie su Instagram