Salvini assenteista in Viminale e al Parlamento? Il vicepremier risponde con una battuta: “Sto lì, faccio il pisolino, così sono contenti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

“Presenze in Parlamento all’1,73%, in missione 3.212 volte. Per la Lega, ma soprattutto per Salvini premier”.

Attraverso un articolo pubblicato sul Corriere della Sera, Milena Gabanelli e Gian Antonio Stella accusano il ministro dell’Interno Matteo Salvini di essere assenteista: “è ovunque, ma poco al Viminale”, affermano i due giornalisti basandosi su un’analisi da loro effettuata studiando lanci d’agenzia, comunicati stampa, cronaca dei quotidiani locali, apparizioni in radio e tv e la pagina Facebook personale del vicepremier.

“Analizzando date e luoghi sembra proprio che dal giorno del suo insediamento fino a fine febbraio 2019, sia stato presente al Viminale sì e no una decina di giorni al mese (a luglio e ottobre), calando fino a cinque in dicembre”, affermano la Gabanelli e Stella, che sottolineano come non vada molto meglio circa le presenze di Salvini in Parlamento: le presenze di Salvini alle votazioni in Aula sono ridotte all’1,73%.

Già in passato, Salvini aveva ricevuto un’accusa analoga circa le presenze nel Parlamento europeo, quando il leader del Carroccio era Europarlamentare.

Stavolta Salvini ha replicato rilasciando una battuta ai cronisti a margine delle celebrazioni per l’anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci: “Vado al ministero… sto seduto sulla seggiola per dodici ore consecutive, così poi mando un post al Corriere. Sto lì, faccio il pisolino, così sono contenti“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!