Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Salvini assenteista in Viminale e al Parlamento? Il vicepremier risponde con una battuta: “Sto lì, faccio il pisolino, così sono contenti”

CONDIVIDI

“Presenze in Parlamento all’1,73%, in missione 3.212 volte. Per la Lega, ma soprattutto per Salvini premier”.

Attraverso un articolo pubblicato sul Corriere della Sera, Milena Gabanelli e Gian Antonio Stella accusano il ministro dell’Interno Matteo Salvini di essere assenteista: “è ovunque, ma poco al Viminale”, affermano i due giornalisti basandosi su un’analisi da loro effettuata studiando lanci d’agenzia, comunicati stampa, cronaca dei quotidiani locali, apparizioni in radio e tv e la pagina Facebook personale del vicepremier.

“Analizzando date e luoghi sembra proprio che dal giorno del suo insediamento fino a fine febbraio 2019, sia stato presente al Viminale sì e no una decina di giorni al mese (a luglio e ottobre), calando fino a cinque in dicembre”, affermano la Gabanelli e Stella, che sottolineano come non vada molto meglio circa le presenze di Salvini in Parlamento: le presenze di Salvini alle votazioni in Aula sono ridotte all’1,73%.

Già in passato, Salvini aveva ricevuto un’accusa analoga circa le presenze nel Parlamento europeo, quando il leader del Carroccio era Europarlamentare.

Stavolta Salvini ha replicato rilasciando una battuta ai cronisti a margine delle celebrazioni per l’anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci: “Vado al ministero… sto seduto sulla seggiola per dodici ore consecutive, così poi mando un post al Corriere. Sto lì, faccio il pisolino, così sono contenti“.