Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Virginia Raggi nella bufera: scambiata per graffito, viene cancellata una scritta storica

CONDIVIDI

scambiato per graffito, viene cancellata una scritta storicaContestata nuovamente l’amministrazione Raggi: a Garbatella è stata cancellata una scritta storica perché scambiata per un graffito.

Chiunque sia nato a Roma ha visto almeno una volta nella sua vita la scritta “Vota Garibaldi, lista numero 1” che campeggiava sul muro di via Basilio Brollo, nel quartiere Garbatella (periferia sud di Roma). Si trattava della testimonianza di un momento storico: era il 1948 e gli italiani si preparavano a votare il primo governo dopo la costituzione della Repubblica Italiana. Quella scritta, dunque, era opera di un militante della coalizione composta dal Partito Comunista e dal Partito Socialista Italiano che per l’occasione si presentavano con una lista unica.

Raggi nella bufera, cancellata scritta storica: è stata scambiata per un graffito

Nel corso di questi 71 anni, la scritta è sopravvissuta alle intemperie e nel 2014 è stata addirittura restaurata. L’iconico messaggio aveva un valore tale che era considerata dai romani e dalle precedenti amministrazioni alla stregua di un reperto storico, tanto che a lato era stata posta persino una targa commemorativa. Eppure qualche giorno fa, gli addetti del decoro urbano di Roma hanno deciso bene di coprirla con della vernice come se si trattasse di un comune graffito.

A denunciare l’accaduto è stato il presidente della VII municipalità di Roma, Amedeo Ciaccheri, il quale si chiede: “Come hanno fatto a sbagliarsi? C’era anche una targa commemorativa per segnalarne l’importanza”, quindi esprime tutto il suo dissenso: “Si tratta di un’azione di una superficialità incredibile”. Il presidente ha spiegato che verrà chiesta l’immediata restaurazione della scritta quindi, come riportato su ‘TPI’, ha attaccato la Raggi: “Qua si gioca la credibilità della sindaca Raggi: come si rapporta alla storia dei suoi territori? Qui nel Municipio abbiamo emergenze molto più gravi da risolvere, come due strade chiuse da mesi o i rifiuti. Perché non viene a farsi un giretto invece di cancellare un importante pezzo di storia?”.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram