Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente

FridaysForFuture, cortei in tutto il mondo per salvare il clima. Italia in prima linea

CONDIVIDI

clima greta thunberg Un milione di persone in piazza per lo sciopero salva-pianeta. 

Per gli organizzatori della manifestazione si tratta di un risultato straordinario. Tutto merito della lotta per il clima portata avanti da Greta Thunberg, studentessa sedicenne che è stata già proposta per il Nobel per la Pace.

Centomila persone a Milano, diecimila a Firenze, ma anche seimila a Roma e tremila a Bologna, come riportato da “Repubblica”. Un’adesione davvero imponente, ma per certi versi anche attesa: basti pensare l’ultimo appello lanciato dalla 16enne su Twitter quattro giorni fa aveva visto il riscontro positivo di studenti di 123 paesi diversi.

Nella giornata di oggi sono scesi in piazza in 2052 città in tutto il mondo.

L’Italia è il Paese con più raduni in piazza 

Greta Thunberg e altri giovani ambientalisti rivolgono ai vari Governi delle richieste ben precise, che si basano sulla necessità di politiche decisamente più incisive contro il riscaldamento globale.

L’obiettivo, per gli studenti che si sono messi in prima linea per salvaguardare l’ambiente e il clima, è quello di ridurre sensibilmente le emissioni di anidride carbonica, uno dei principali gas serra.

Il Paese più attivo per il “FridaysForFuture” si è rivelato proprio il nostro, con 235 raduni organizzati in Italia. Una partecipazione massiccia, nonostante le parole del ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, che martedì scorso aveva invitato gli studenti a recarsi a scuola e a disertare i cortei.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram