Home Tempi Postmoderni Curiosità

“Sono sopravvissuto”, la pubblicità con cicatrici e bruciature per dire sì alla cintura di sicurezza

CONDIVIDI

pubblicità cintureUna campagna pubblicitaria molto forte per sensibilizzare all’uso delle cinture di sicurezza.

 

E’ quella che ha voluto realizzare la NZ Transport Agency (NZTA) per diminuire il numero di morti sulle strade neozelandesi. Le immagini mostrano persone che hanno riportato gravi ferite in seguito ad incidenti stradali molto violenti, e che vogliono lanciare un messaggio a tutti coloro che si mettono alla guida di un’auto: “Sono sopravvissuto”.

Il messaggio è ovviamente volto ad avere speranza e fiducia anche nelle situazioni più terribili, ma ha come primo obiettivo quello di convincere i conducenti delle vetture (e anche i passeggeri) ad indossare le cinture di sicurezza.

Le ferite “ricostruite” con il make up

I soggetti della pubblicità sono dieci uomini che sono riusciti a fuggire da un inferno di fuoco, liberandosi dalla morsa delle lamiere della propria auto distrutta in seguito ad un terribile schianto. Queste persone non portano più i segni delle ferite sul corpo: il tutto è stato attentamente “ricostruito” grazie ad un lavoro di make up, che ha riportato fedelmente bruciature, tagli, lesioni, escoriazioni, fratture che i dieci soggetti avevano subito in seguito ai rispettivi incidenti.

Non è raro vedere pubblicità molto forti che richiamano ad una maggiore attenzione quando ci si immette in strada. La speranza è che si acquisti una consapevolezza sempre maggiore dell’importanza del prevenire il rischio, a cominciare dalle cinture.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram