Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Donna violenta figlio e si filma, i video pubblicati in rete per i pedofili: arrestata

CONDIVIDI

Una donna ucraina è stata arrestata dopo aver abusato del figlio e messo in rete il video. È successo nella città di Vinnycja

Immagine fornita dalla Polizia

Shock nella città ucraina di Vinnycja. Una donna di 26 anni, madre di un bimbo ancora molto piccolo, è stata tratta in arresto dalle Forze dell’Ordine locali per aver ripetutamente abusato sessualmente del figlioletto. La giovane donna avrebbe filmato i momenti delle violenze e avrebbe poi messo in rete, a pagamento, i video ricavando una somma pari a circa 2500 sterline.

Donna violenta figlio e si filma, ora rischia 10 anni di carcere

Una donna di 26 anni originaria di Vinnycia (Ucraina) è stata arrestata dalla Polizia con l’accusa di aver abusato sessualmente del figlio di quattro anni, e di altri bambini, con lo scopo di girare video porno per pedofili da mettere in rete e dai quali tratte dei guadagni economici. La giovane donna pare abbia abusato del figlio in diverse occasioni e che abbia pubblicato online circa 30 video, ognuno venduto agli utenti per un valore di 85 sterline: il denaro racimolato in tutto si aggirerebbe intorno alle 2500 sterline. Il bimbo, adesso, dovrebbe essere stato affidato ai servizi sociali. Per la donna si profila una condanna fino a 10 anni di carcere per reati sessuali multipli.

Donna violenta figlio e si filma, le sconvolgenti dichiarazioni

La donna avrebbe dichiarato alla Polizia di aver iniziato a compiere quelle violenze su richiesta di una donna che l’aveva contatta per offrirle un lavoro: il lavoro consisteva nel girare video (o scattare foto) di natura sessuale e di coinvolgere in questa storia i bambini. In prima istanza sconosciuti, poi lo stesso figlia della donna arrestata. Il materiale è stato poi venduto tramite i canali del dark web. “Una giovane donna mi ha contattato via email e mi ha offerto un lavoro. Ho dovuto cercare online bambini che sarebbero stati disposti a prendere parte a riprese porno per denaro. Dovevo filmare i bambini a casa loro mentre i loro genitori erano lontani o invitarli a casa mia. Inoltre, ho dovuto cercare genitori che non si fossero dispiaciuti di far comparire i loro figli in clip porno per soldi. Poi mi ha offerto di provare con mio figlio dicendo che non c’è nulla di cui aver paura e ho accettato“. Queste le parole, sconvolgenti, della 26enne.

(Fonte: Metro.co.Uk)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram