Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Uccide la nipotina adottiva schiacciandola coi propri 150 chilogrammi: donna condannata all’ergastolo

CONDIVIDI

E’ una vicenda tanto assurda quanto drammatica, quella accaduta ormai un anno e mezzo fa in Florida (a Pensacola, cittadina balneare): è il 14 ottobre 2017 quando una donna di 150 chilogrammi di peso – Veronica Green Posey – si siede sulla nipotina di nove anni – Dericka Lindsay – nel tentativo di controllarla.

La bambina, rimasta sotto il peso della donna per più di cinque minuti – è morta per mancanza di ossigeno e adesso la donna, 66 anni, passerà il resto della sua vita dietro le sbarra: il tribunale di Pensacola ha infatti condannato la donna all’ergastolo per omicdio di primo grado.

E’ emerso durante il dibattimento che la vittima avrebbe subito copiosi pestaggi dalla coppia di anziani da cui era stata adottata (e che adesso verrà processat).

Secondo quanto riportato quest’oggi da Today, la donna condannata all’ergastolo era una sorta di baby sitter per la vivace nipotina adottiva: quel tragico giorno d’ottobre la donna aveva deciso di placarla nella succitata maniera. U

Una volta accortasi che la bimba non respirava più, la donna ha anche provato a rianimarla con un massaggio cardiaco, prima di chiamare un’ambulanza, ma per la piccola non c’è stato niente da fare.