Caso Mediterranea, la nave Mare Jonio fermata a largo di Lampedusa. Matteo Salvini chiede due arresti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59

Mare Jonio, la nave del progetto Mediterranea che ieri ha salvato la vita a 49 migranti, è ferma a largo di Lampedusa. Matteo Salvini ha chiesto l’arresto per comandante e capo missione

da La Repubblica

Bloccata al largo di Lampedusa la nave Mare Jonio che ieri ha tratto in salvo 49 migranti partiti dalla Libia. La nave del progetto Mediterranea è in balia di un tira e molla che vede coinvolto il Ministero dell’Interno e le istituzioni locali. Se da un lato, infatti, il sindaco di Lampedusa Totò Martello ha dato il via libera allo sbarco, Matteo Salvini ha chiesto che vengano arrestati il comandante e il capo missione per via di due violazioni della legge che sarebbero state commesse. Questa mattina un tavolo tecnico è stato organizzato d’urgenza al Viminale.

La nave Mare Jonio ferma al largo di Lampedusa, la vicenda

Da ieri la mare Nave Jonio, con a bordo 49 migranti tratti in salvo al largo della Libia, si trova in mare in attesa di sapere se potrà attraccare o no a Lampedusa. La nave è già stata controllata dalla Guardia Di Finanza e da questo controllo pare non sia emerso nulla di sospetto da segnalare se non che le persone che si trovano a bordo sono molto provate. Questo quanto riferito da Alessandra Sciurba, portavoce di Mediterranea. Nonostante ciò la nave è ferma. Matteo Salvini ha affermato che la nave non deve entrare in porto perché si tratta di un caso di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e ha chiesto l’arresto di comandante della nave e del capo missione per aver infranto la legge in due casi. Totò Martello, il sindaco di Lampedusa, ha ribadito che le 49 persone possono sbarcare sull’isola perché i porti non sono chiusi.

La nave Mare Jonio ferma al largo di Lampedusa, l’arresto chiesto da Matteo Salvini

Nel corso di un tavolo tecnico svoltosi stamani presso la sede del Ministero dell’Interno, il Ministro Matteo Salvini ha chiesto così l’arresto del comandante della nave e del capo missione. “Se un cittadino forza un posto di blocco stradale di Polizia o carabinieri viene arrestato. Conto che questo accada” . Ai due vengono contestati due specifici reati:  “La mare Jonio ha disobbedito per ben due volte all’ordine della Guardia di finanza di spegnere i motori. Il mare non era mosso e non c’era pericolo di affondamento. La Mare Jonio era più vicina alla Libia e Tunisia, ma ha fatto rotta verso l’Italia sottoponendo gli immigrati ad un viaggio più lungo. La nave non ha avvisato Malta. Ha disobbedito alle indicazioni della guardia costiera libica. Un comportamento che dimostra il chiaro intento di voler portare in Italia immigrati clandestini“.

La nave Mare Jonio ferma al largo di Lampedusa, le parole del capo missione Luca Casarini

In realtà, pare che la trasgressione del divieto di entrare in acque territoriali imposto dalla Guardia di Finanza sia stato dovuto alla situazione di emergenza imposta dalle dure condizioni meteo, con mare forza 7 e onde alte 3 metri. Così il capo missione Luca Casarini a Repubblica: “Abbiamo fatto presente che siamo in una situazione di emergenza con onde alte tre metri, 50 naufraghi a bordo oltre l’equipaggio. Dobbiamo mettere in sicurezza la vita delle persone per questo stiamo andando a ridossare verso l’isola di Lampedusa“. Nessuna trasgressione volontaria della legge, dunque, ma un atto imposto dalle circostanze potenzialmente pericolose.

La nave Mare Jonio ferma al largo di Lampedusa, le polemiche: Saviano contro Salvini

Dopo il caso eclatante della nave Diciotti, il caso della Mare Jonio sta tornando a infiammare gli animi. Ancora una volta, è stato lo scrittore Roberto Saviano a scagliarsi contro Matteo Salvini con un tweet polemico: “Alla vigilia del voto in Senato sul caso #Diciotti, che salverà il Ministro della Mala Vita dal rischio concreto di finire in carcere, assistiamo all’ennesimo atto da buffone sulla pelle dei migranti. Grazie @RescueMed per aver salvato 49 persone dal mare e dalle prigioni libiche“.

(Fonte: La Repubblica.it)

(Immagine di repertorio)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!