Non vogliono pagare il biglietto del treno, lo bloccano per un’ora: denunciati quattro terrapiattisti

Quattro persone sprovviste di titolo di viaggio si sono rifiutate di pagare il biglietto del treno sul quale viaggiavano affermando di essere terrapiattisti, e quindi al di fuori di ogni giurisdizione

da NewsGo

Quattro persone sono state denunciate dalle Forze dell’Ordine per essersi rifiutate di pagare il biglietto del treno sul quale stavano viaggiando. I quattro hanno dichiarato di essere terrapiattisti e di essere, per questo motivo, al di fuori di ogni giurisdizione planetaria. I fatti si sono svolti sull’Intercity che da Milano sarebbe dovuto giungere a Ventimiglia. Quando i quattro si sono rifiutati sia di pagare il biglietto al controllore sia di abbandonare il treno, sono intervenuti gli uomini della Polfer. Il treno è rimasto fermo per un’ora alla stazione di Pavia (Lombardia).

Terrapiattisti non vogliono pagare il biglietto e bloccano treno, quattro denunce per interruzione di pubblico servizio

I passeggeri dell’Intercity  689 Milano Centrale-Ventimiglia sono quasi rimasti sequestrati, per circa un’ora, a causa di quattro uomini che hanno preso il treno senza pagare il relativo biglietto. Si tratta di quattro persone, di età compresa tra i 26 e i 43 anni, che hanno dichiarato dinanzi al capotreno di non riconoscere alcuna autorità dello Stato in quanto terrapiattisti, e quindi di avere il diritto di viaggiare gratis al di fuori di ogni giurisdizione. Così, il capotreno ha chiesto alla Polizia Ferroviaria di intervenire quando il convoglio ha fatto tappa presso la stazione di Pavia, intorno alle ore 20:30 di ieri. Gli uomini sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio. Si tratta di un siciliano (un 37enne originario di Barcellona Pozzo di Gotto), di un marchigiano (un 26enne originario di Ancona), di un ligure (un 37enne originario di Savona) e di un veneto (un 43enne originario di Bussolengo). Ma vediamo più da vicino le assurde pretese avanzate dai quattro uomini.

Terrapiattisti non vogliono pagare il biglietto e bloccano treno, gli uomini portati in caserma dai Carabinieri

Quando il capotreno si è apprestato a effettuare il solito controllo dei titoli di viaggio dei passeggeri si è trovato di fronte a una situazione quanto mai singolare. Quattro persone che anziché esibire un regolare biglietto hanno tirato fuori un foglio plastificato iniziando a parlare di “autodeterminazione”, di diritto a viaggiare gratis in quanto “ambasciatori diplomatici fuori da ogni giurisdizione planetaria” e “cittadini del mondo”, oltre a essersi propriamente definiti “terrapiattisti”. I quattro non hanno mostrato atteggiamenti violenti, sono rimasti fermi, seduti, e hanno continuato a ribadire le loro motivazioni. Il capotreno ha così coinvolto gli agenti della Polfer alla stazione di Pavia. Gli stessi, vedendo che i diretti interessati non erano collaborativi, hanno sollecitato l’intervento dei Carabinieri. I quattro uomini sono stati portati in caserma, identificati e denunciati a piede libero non solo per interruzione di pubblico servizio ma anche per aver rifiutato di collaborare.

(Fonte: Il Fatto Quotidiano)

(Immagine di repertorio)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram