Picchiata senza motivo da due ragazze in un parcheggio: “Ho pensato che sarei morta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:44

"Ho pensato che sarei morta"Una diciannovenne scozzese ha provato un senso terrore e impotenza quando due ragazze hanno cominciato a picchiarla senza motivo in un parcheggio.

Un tranquillo pomeriggio con un’amica si è tramutato in un incubo per Caitlin Shepherd, 19 enne residente a Motherwell (Scozia). Secondo quanto raccontato dalla stessa Caitlin al ‘Daily Record’, quel pomeriggio si trovava a bordo della sua auto in prossimità del parcheggio dello Strathclyde Park, quando improvvisamente ha sentito il rombo di un motore dietro di lei ed ha visto un’auto con dentro due ragazze.

Convinta che le volessero fare capire che non potevano passare, Caitlin ha acceso la macchina e si è messa di lato in uno spazio apposito per il parcheggio, ma l’auto che le stava dietro si è fermata in modo tale da bloccarle la via d’uscita. Poco dopo sono arrivate due ragazze che l’hanno colpita con una tale violenza da spaccarle il naso e parte dell’arcata sopraccigliare.

Picchiata senza motivo da due ragazze in un parcheggio

Ancora oggi la diciannovenne non ha capito per quale motivo l’abbiano presa di mira, né il perché di tanta violenza: “Non ho la più pallida idea del perché queste ragazze si sono infuriate così tanto, non c’era stato nessun incidente e non le avevo mai viste prima”, spiega la ragazza che poi aggiunge: “So che hanno perso la testa e non sapevo se e quando si sarebbero fermate”.

Successivamente Caitlin racconta l’aggressione nei minimi dettagli spiegando che le due malintenzionate si sono avvicinate urlandole: “Ma quale ca*** di problema hai?” e le hanno chiesto di scendere dall’auto per un confronto. Intimorita, la ragazza ha spiegato di non avere problemi e si è rifiutata di scendere dall’auto, è stato in quel momento che hanno cercato di aprire la portiera e l’hanno tirata per i capelli.

Non sono riuscite a farla uscire dall’auto solamente perché la sua amica l’ha tirata per le gambe impedendo alle due di estrarla. Non contente, le due ragazze hanno cominciato a colpirla in faccia: “Aveva qualcosa in mano ed ha cominciato a colpirmi. Non potevo credere alla violenza con la quale mi colpiva, ad un tratto ho pensato che sarei morta e questo mi ha terrorizzata”.

Caitlin ha continuato a lottare per rimanere in auto ed alla fine le due hanno desistito e l’hanno lasciata in pace: “Penso si siano accorte di quanto sangue stavo perdendo e questo le ha spaventate e convinte ad andare via”, dice la ragazza che, passato il pericolo, ha sfogato la paura in un pianto liberatorio. Al momento l’accaduto è al vaglio della polizia di Motherwell che, attraverso la descrizione fornita sta cercando le due colpevoli.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!