Arresti ‘eccellenti’: De Vito (M5S) per corruzione; capogruppo PD per capolarato e riduzione in schiavitù  

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:23

Arresti ‘eccellenti’: De Vito (M5S) per corruzione; capogruppo PD per capolarato e riduzione in schiavitù  Capogruppo PD: associazione a delinquere e favoreggiamento 

Doppio arresto “eccellente” fra le giornate di ieri e di oggi. Ad Eboli Pasquale Infante, capogruppo PD al Comune di Eboli, è stato arrestato con le accuse di riduzione in schiavitù e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’arresto è avvenuto nel contesto di un’inchiesta che riguarda il capolarato.

La Procura Antimafia di Salerno ha sostenuto che Infante, assieme al marocchino Hassan Amezgha, gestiva un’associazione specializzata nel traffico di esseri umani dall’Africa alla Piana del Sole. In sostanza il politico avrebbe dovuto gestire le carte che riguardavano lo sfruttamento degli immigrati fatti venire dall’Africa per essere schiavizzati a Salerno.

Infante è accusato anche dell’elusione delle norme in materia di braccianti agricoli e caporalato. Il Gip ha concesso gli arresti domiciliare ad Infante: ci sono altri 48 indagati.

Arresto nel M5S: corruzione per lo stadio di Roma

Marcello De Vito, presidente dell’assemblea capitolina (M5S) è stato arrestato con l’accusa di corruzione. Secondo i pm Barbara Zuin e Luigia Spinelli De Vito, De Vito avrebbe incassato denaro da parte del costruttore Luca Parnasi in cambio della promessa di favorire il progetto dello Stadio a Roma.

Assieme a De Vito sono stati compiuti altre tre arresti ed una misura interdittiva di svolgimento dell’attività imprenditoriale verso 2 imprenditori. Gli arresti sono avvenuti nell’ambito dell’indagine “Congiunzione astrale”, relativa a corruzione e traffico di influenze illecite nell’ambito della realizzazione dello Stadio della Roma. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!