Cina, esplode impianto chimico, è strage: 47 morti, 600 feriti. Scoppio così forte da causare sisma magnitudo 2.2

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:16

Esplode un impianto chimico in Cina, è strage: 47 morti, 600 feriti. Scoppio così potente da registrare un sisma magnitudo 2.2.Esplode impianto chimico in Cina, 47 morti, 600 feriti 

Una terribile esplosione ha coinvolto un impianto chimico a Yancheng, nella provincia dello Jiangsu, nella zona orientale della Cina. Almeno 47 persone sono morte, più di 600 i feriti: l’esplosione, avvenuta verso le 7.50 (ora italiana), le 14.50 in Cina, è avvenuta in uno stabilimento di fertilizzanti appartenente all’azienda chimica Tianjiayi Chemical, in un quartiere dove sono raggruppate diverse industrie chimiche. Lo scoppio ha innestato una serie di incendi negli stabili adiacenti la fabbrica, alcuni dei quali sono perfino crollati. 

L’esplosione, comunicano i media locali, è stata talmente potente che è stato registrato un sisma magnitudo 2.2 nella vicina città di scossa di magnitudo 2.2 a Lianyungang. Le finestre sono andate in frantumi nell’arco di 6 km dal luogo dell’esplosione per la violenza della detonazione. Oltre 3500 medici ed esperti si sono mobilitati per i soccorsi, 16 gli ospedali attivi nella ricezione dei feriti. 

600 feriti, anche bambini 

L’ultimo bollettino diffuso dalle autorità locali e rilanciato dai media cinesi parla di 47 morti, 600 feriti, 32 dei quali sarebbero in condizioni molto critiche, ed altre decine di feriti sono in condizioni gravi. L’esplosione a Yancheng ha raggiunto anche una vicina scuola materna, causando il ferimento di alcuni bambini. 

Il presidente cinese Xi Jinping, che si trova in visita in Italia quando è avvenuta la tragedia, ha “disposto il massimo degli sforzi possibili nei soccorsi”. Xi ha chiesto che venga fatto il possibile per salvare le persone intrappolate nei crolli degli edifici, e di tenere sotto controllo la situazione a causa del rischio ambientale (dato che l’azienda produceva fertilizzanti). Inoltre ha chiesto chiarezza sulle cause del terribile incidente. 

Secondo le prime informazioni mutuate dalla stampa locale, l’esplosione nella centrale sarebbe stata causata da un incendio le cui cause sono ignote. L’azienda, secondo China Daily, produce diversi tipi di composti chimici alcuni dei quali estremamente infiammabili. Inoltre la ditta era già stata multata per aver violato le normative sul rispetto della sicurezza sul lavoro.  Al momento il servizio di protezione ambientale dello Jiangsu non ha rilevato una concentrazione eccessiva di sostanze tossiche nella zona dell’incidente. 

Il terribile incidente è uno dei più gravi mai avvenuti in Cina assieme a quello avvenuto in una miniera dove sono morti 19 operai.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram