Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Corea del Nord: fotografa Kim Jong-un da troppo vicino, reporter viene “purgato”

CONDIVIDI
reporter viene purgato
(Getty Images)

In Corea del Nord un fotografo desideroso di scattare una foto perfetta al leader Kim Jong-un è stato licenziato per aver leso la dignità del partito.

Che Kim Jong-un sia un soggetto sui generis lo si è capito negli anni passati, quando per ottenere maggiore rilevanza nello scacchiere politico globale ha sfiorato il conflitto bellico con gli Stati Uniti eludendo i continui richiami a cessare i test nucleari nell’Oceano Pacifico che, in diverse occasioni, sono andati a tangere il mar del Giappone.

Di questo leader si sa però veramente poco, in parte perché il regime coreano impedisce che fuoriescano notizie non precedentemente approvate ed in parte perché quelle che vengono condivise in occidente devono essere prima snellite della propaganda occidentale. Di recente è stata condivisa dai media britannici una notizia che è talmente paradossale da risultare improbabile: pare infatti che un fotografo abbia perso il posto di lavoro per aver scattato una foto a Kim Jong-un troppo da vicino.

Fotografo viene licenziato per aver fotografato Kim Jong-un troppo da vicino

Il fatto si sarebbe verificato nel corso di una delle ultime uscite pubbliche del leader coreano, Kim era appena sceso dall’auto ed una folla di adulatori si era assiepata dinnanzi a lui gaudente. Il nostro si era fatto strada tra la folla e giunto dinnanzi a lui ha scattato la foto fatale. A quanto pare, il tentativo di adempiere al suo lavoro sarebbe stato decisamente nocivo alla sua carriera: i media locali riportano che un altro fotografo avrebbe immortalato il momento in cui il capo licenzia l’imprudente fotoreporter.

A quanto pare, infatti, avrebbe violato ben due divieti: uno che impone di non fotografare il leader entro i due metri di distanza e l’altro che impone di non fare foto o video che lo inquadrino esattamente di fronte all’obbiettivo. Disobbedire a queste regole è considerato, almeno secondo quanto riportato dal ‘Daily Star‘, un “Atto di grave violazione della dignità del supremo partito”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram