Torino, scontri tra ciclisti e polizia: 4 denunciati. M5S e LeU attaccano gli agenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:58

critical mass torino scontriDopo gli scontri durante la “critical mass” di ieri sera, arrivano le prime denunce. 

Nella serata di ieri, nel centro di Torino, alcuni ciclisti e le forze dell’ordine sono venuti a contatto e si sono verificati dei tafferugli, che hanno portato già a quattro denunce.

La “critical mass”, ovvero la pedalata organizzata anche per rallentare fino a bloccare il traffico delle auto, stava procedendo lungo le strade del capoluogo piemontese. Durante la manifestazione, come racconta “Repubblica”, alcuni ciclisti hanno deciso di girare in tondo nel grande incrocio per bloccare il traffico tra corso Vittorio Emanuele II e corso Umberto I.

A quel punto sono intervenute le forze dell’ordine per chiedere i documenti ai manifestanti. La tensione è salita rapidamente, e a detta dei ciclisti due manifestanti sono stati colpiti dalla polizia.

M5S: “Comportamento sconcertante”

Elisa Gallo di Bike Pride ha parlato di reazione spropositata da parte degli agenti. “Le critical mass sono manifestazioni pacifiche da sempre per rivendicare lo spazio nelle strade da parte delle persone. Siamo nella città più inquinata d’Italia e non viene fatto nulla per ridurlo e questa è la reazione a chi manifesta per cambiare le cose”.

Per la capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio comunale, Valentina Sganga, quanto accaduto durante la manifestazione “è sconcertante”, mentre il consigliere regionale di Liberi e Uguali, Marco Grimaldi, ha parlato di “carica ingiustificata e inaccettabile”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!