Arriva in ritardo, Ryanair rifiuta l’imbarco ad una 16enne malata di cancro. Lo zio: “Disumani”

ryanair ragazza tumore Ryanair ha rifiutato l’imbarco ad una sedicenne malata di tumore. 

Stando a quanto riferito dalla testata “La Nuova Sardegna”, l’incredibile vicenda sarebbe accaduta alle prime luci dell’alba di lunedì 18 marzo, all’aeroporto “Marconi” di Bologna.

La giovane, che ha 16 anni e ha appena terminato il terzo ciclo di chemioterapia all’ospedale “Rizzoli”, si presenta al check-in del volo Ryanair presso l’aeroporto bolognese. La ragazza, che si appresta a tornare ad Oristano, arriva alle 5:45 del mattino: il decollo è previsto per le 6:50.

Una volta lì, la sedicenne si sente rispondere che non può essere imbarcata. L’addetta della compagnia irlandese comunica alla ragazza che l’imbarco bagagli è stato chiuso da qualche minuto. A quel punto, la giovane chiede se c’è una partenza di lì a poco. “Mercoledì”, risponde l’addetta, ovvero due giorni dopo.

“Non hanno avuto nemmeno un briciolo di umanità”

La 16enne si è recata in treno a Roma Fiumicino, dove ha preso un volo per la Sardegna con un’altra compagnia, accompagnata dallo zio. E’ proprio il parente della giovane a raccontare l’accaduto, protestando per una tale mancanza di comprensione.

“Una persona malata e debilitata dalle cure, non dovrebbe mai subire un disagio simile – ha affermato lo zio della 16enne – Non hanno avuto un briciolo di umanità”.

“L’unico errore che possiamo aver commesso è non essere arrivati in aeroporto un’ora prima, perché questo a quanto pare si deve fare quando è prevista l’assistenza al passeggero – spiega lo zio – Ma noi abbiamo detto che avremmo rinunciato. A quel punto allora perché non imbarcarci?”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram